Logo San Marino RTV

Serie D: il Rimini vince al 96'

3 apr 2011
Serie D: il Rimini vince al 96'
A 10 minuti dalla fine nessuno al Neri avrebbe scommesso un euro sulla vittoria del Rimini. Forse neppure sul pareggio. A conti fatti avrebbero sbagliato tutti perché il calcio è imprevedibile. Alla fine infatti il Rimini prende per i capelli un successo vitale nella corsa alla promozione spedendo a casa con le pive nel sacco un Fossombrone che fino al 37mo della ripresa meritava ampiamente il vantaggio. Padroni di casa irriconoscibili fino a quel momento. Ma andiamo con la cronaca. Primo tiro in porta al 13mo. Cardinale impegna Sollitto dal limite dell’area. Fino al 39mo calma piatta. Una punizione di Nicola Vitali mette i brividi a Pazzini ma nessuno tocca. Pericolo scampato.In chiusura di tempo ospiti in vantaggio. Veloce contropiede tre contro due con i riminesi tardi a rientrare. Cardinale ci riesce ma è presuntuoso e perde palla dopo averla recuperata. Per il neo entrato Moschini è un gioco da ragazzi metterla dentro dai 5 metri. La ripresa vede i ragazzi di D’ Angelo leggermente meno pigri. Al terzo Nobili salva su cross di Vittori. Al quarto d’ora Sari ha lo scatto giusto ma Sollitto respinge in uscita. 22mo. Punizione da sinistra. Sollitto respinge di piede la velenosa punizione di Evangelisti. Un minuto dopo Menconi, in contropiede, spedisce sul fondo a fil di palo. 29mo. Traversone di Evangelisti. Sari non riesce a toccare e la palla va sul fondo. S’arrabbia D’Angelo alla mezzora con il direttore di gara. Doccia anticipata per il mister. Quando tutto sembra scritto e il pubblico inizia ad andarsene scoraggiato arriva il pari. Fallo su Aquino in area. Rigore. Evangelisti non sbaglia e riaccende le speranze biancorosse. L’arbitro lascia in 10 il Fossombrone al 40mo. Sinceramente il rosso per Bianchi sembra esagerato. Ma non è finita. Al sesto minuto di recupero, Buonocunto viene spianato al limite dell’area. Arriva il corazziere Aquino. Cannonata nell’angolo alto. Esplode il Neri. 2-1 e tutti a casa. Signori, il calcio è anche questo.

Piero Arcide