Logo San Marino RTV

Si ritira Bernal e arriva la tappa più dura

16 set 2020
@eganbernal
@eganbernal

La notizia fresca di giornata è quella del ritiro di Ergan Bernal. L'ex padrone del Tour ha corso una grand boucle a scartamento ridotto, accumulato ritardi da gregario e poi ha gettato la spugna. Parallelamente il suo nome è stato depennato anche dalla lista della nazionale colombiana al Mondiale di Imola. Il messaggio è chiaro: la caduta al Delfinato ha lasciato più strascichi del previsto.

La tappa di ieri, la prima dopo l'ultima pausa, ha regalato gloria a Lennard Kamna. Da solo il tedesco della Bora-Hansgroesul traguardo davanti anche agli irriducibili Carapaz e Reichenbach. Il resto è la crisi, ennesima di Bernal, che poi stamattina non è ripartito, e la tranquillità di un gruppo domato e dominato dal leader in giallo Roglic. Un pochino di Italia, vivaca Bettiol undicesimo al traguardo, bene il solito Trentin e ance Oss. I tre hanno anche provato una fuga, insieme. Poi i big hanno reagito e tutto è rientrato. Ma in vista del Gpm scatta Kämna, il tedesco lascia sul posto la concorrenza e va da solo al traguardo seguito da Carapaz e Reichenbach. Pogacar prova a mettere de la Cruz davanti a tirare ma non impensierisce la Jumbo-Visma che controlla la corsa. Quintana perde terreno nel finale e il resto è tutta l'attesa per oggi. Tappa regina da Grenoble a Meribel con due gran premi della montagna Hors catégorie.