Logo San Marino RTV

Si è spento Enzo Bearzot

21 dic 2010
Siamo campioni del Mondo. Un attimo d’incredulità rende esitanti nel leggere o scrivere questa frase. Senza nulla togliere alla Nazionale di Lippi, gli azzurri di Spagna 82 rappresentato tutt’ora la vera essenza di quella frase diventata magica grazie a Nando Martellini. E lui Enzo Bearzot fu il superbo pilota di quella Nazionale . La Coppa del Mondo in primo piano, il presidente della Repubblica Sandro Pertini alla sua destra, Dino Zoff di fronte, Franco Causio opposto: se c’è un’immagine che ritrae Enzo Bearzot entrata nell’iconografia popolare, è proprio questa. Luglio 1982, sull’aereo che riporta l’Italia Campione del Mondo nel Belpaese viene scattata la fotografia del decennio: il riposo dei vincitori, quattro icone degli anni ’70 e ’80, le carte in mano e una partita di scopone che vale, nella loro memoria, almeno quanto il Mondiale. Enzo Bearzot, il Vecio, se n’è andato oggi all’età di 83 anni. Si è spento questa mattina a Milano all’età di 83 anni Enzo Bearzot. Ct dal 1975, conquistò il quarto posto ai mondiali argentini del ’78. Poi in Spagna il grande trionfo mondiale, con la sua Italia, che dopo le difficoltà iniziali superò nell’ordine Argentina, Brasile e Germania. Ad oggi Enzo Bearzot detiene ancora il record di presenze sulla panchina della nazionale con 104 partite davanti alle 97 di Vittorio Pozzo, che curiosamente si è spento così come Bearzot il 21 dicembre.

Lorenzo Giardi