Logo San Marino RTV

La T&A San Marino è campione d’Italia

11 set 2011
La T&A San Marino è campione d’Italia
La T&A San Marino è campione d’Italia
Tre anni dopo il primo storico scudetto, la squadra di Bindi concede il bis contro lo stesso avversario di allora, la Danesi Nettuno e in una serata che gli sportivi sammarinesi ricorderanno a lungo.
Quasi duemila persone, compreso gli oltre 600 tifosi nettunesi.
Non c’è un posto a sedere, c’è chi addirittura si vede costretto a seguire la finale dalla collina adiacente al diamante di Serravalle.
E come nel 2008, la sfida si decide all’ultimo atto, una sola partita che vale il titolo tricolore.
La Danesi parte forte, sospinta dal calore e dall’entusiasmo dei suoi tifosi.
Una valida di Kelly Ramos resta in diamante per una questione di centimetri e spinge sul cuscino di casa base, Ennio Retrosi per l’uno a zero di Nettuno.
Sarà l’unico acuto, in una serata dominata dai battitori della T&A.
Ad aprire le danze ci pensa Carlos Duran con un fuoricampo da due punti che capovolge il risultato.
Un doppio di Francesco Imperiali porta la squadra sammarinese sul 3 a 1.
Il calvario di Remigio Leal, lanciatore di partente di Nettuno non è ancora finito, perché arriva la tremenda legnata di Pantaleoni che manda la pallina nuovamente oltre la recinzione.
Secondo fuoricampo, anche questo da due punti e T&A avanti 5 a 1.
La Danesi cambia i lanciatori.
Prima Leal, poi Escalona, infine Gutierrez ma la musica non cambia.
Singolo di Chapelli, valida di Duran e doppio di Francesco Imperiali.
Alla fine della terza ripresa, lo scudetto è già sulla superstrada che porta nell’antica terra della libertà.
I precedenti però non lasciano tranquilli e allora un’altra grandinata di valide al quinto.
Il line up del Titano gira che è un piacere, altri tre punti portati a casa e Danesi praticamente sotto la doccia.
Il resto è uno show dei lanciatori di Bindi.
Bonilla lancia sette riprese con un solo punto subito, poi ci pensa Cubillan a mettere il sigillo sul titolo tricolore.
Il palmares della T&A dice 2 scudetti, una coppa dei campioni, due coppe Italia e 4 finali negli ultimi sette anni.
Numeri che portano di diritto la società del titano tra i grandi del baseball italiano, perche se oggi la T&A è campione d’Italia, da domani, sarà la squadra da battere.

Palmiro Faetanini



LA PARTITA INTEGRALE E' VISIBILE LUNEDI' 12 SETTEMBRE ALLE ORE 10,15 E ALLE ORE 22,00 SUL DDT AL CANALE 73 E ALLE ORE 10,00 E ALLE ORE 22,40 SUL SATELLITE AL CANALE 520