Logo San Marino RTV

Addio David Stern

3 gen 2020
David Stern (@BasketballUniverse2019)
David Stern (@BasketballUniverse2019)

Il 2020 si apre con una brutta notizia, per gli amanti della NBA e del basket in generale. David Stern, che dal 1984 al 2014 è stato commissario della NBA, record di permanenza in assoluto nella storia della Lega, ci ha lasciati all'età di settantasette anni.

È difficile spiegare in poche righe, quanto sia stato grande ed importante quest'uomo, per la pallacanestro e per lo sport in generale. I dati dicono che prima del suo approdo a capo della Lega, la NBA era in crisi, era meno seguita della NFL e della MLB, le principali federazioni statunitensi e mondiali di football americano e baseball, poi con lui al comando la NBA è balzata dopo pochi anni al primo posto, fino a diventare un impero globale, come la conosciamo oggi. Di intuizioni geniali Stern ne ha avute tante e le ha applicate con tempismo e lungimiranza. Tra le più importanti vanno citate il ripulire l'immagine della NBA dalla piaga droga, l'espansione a livello mondiale grazie anche all'apertura delle frontiere verso i giocatori stranieri, l'inserimento di altre sette società, la creazione della Lega minore dei giocatori emergenti e della WNBA, la versione femminile della NBA.

In questi giorni lo stanno ricordando tutti, ecco alcuni commenti significativi. LeBron James, che pochi giorni fa è stato premiato miglior giocatore del decennio scorso, ha detto che stringere la mano a David Stern, è stato un sogno diventato realtà. Michael Jordan che è stato il giocatore più rappresentativo della NBA negli anni 80 e 90, i primi anni di Stern a capo della lega, ha detto che senza di lui non sarebbe dove è oggi e vale lo stesso per la NBA. Dal 2014 alla guida della NBA gli è succeduto Adam Silver, che l'ha ricordato con una lettera commovente, dove spiega che per ventidue anni ha avuto il piacere di vederlo in azione e di imparare tantissimo da lui. Negli Stati Uniti è già passato alla storia, come uno dei più grandi uomini d'affari degli ultimi quaranta anni.

Andrea Renzi