Ancora una volata fatale a Pesaro, Cantù passa 72-80

18 mar 2019
Ancora una volata fatale a Pesaro, Cantù passa 72-80 - Niente da fare, la volate continuano a far male alla<strong> Vuelle</strong> e innescano la reazione...
Niente da fare, la volate continuano a far male alla Vuelle e innescano la reazione di Boniciolli che nel dopo partita manda messaggi nemmeno troppo cifrati. L'inizio del match è equilibrato, si sbaglia molto di qua e di là, alle istanze di Lyons e Mcree rispondono i canturini con Gaines e Davis, il primo quarto va a Pesaro con la tripla del 22-20 a firma Monaldi. Ancora VL nella ripresa, Blackmon guida il primo tentativo di allungo che arriva fino al 28-21, dopodiche Cantù prova a riavvicinarsi con Blakes, Stone e poi la tripla di Carr  e i liberi del riaggancio, 34-34, a due minuti a sulla sirena e Jefferson realizza e si va all’intervallo sul 36-40. La Vuelle rincorre con Mockevicius e McCree e tre minuti dopo la ripresa è di nuovo pari. Il lituano si carica la squadra sulle spalle e Pesaro sogna la spallata decisiva, ma quando il tabellone segna 50-44, Cantù non molla niente. La tripla di Lyons (55-50) e poi quella di Blackmon tengono avanti la Vuelle, che chiude il terzo quarto con un +4. È una lunga volata punto a punto anche nell’ultimo periodo: Cantù mette la testa avanti a 6 minuti dal termine (61-64) con Blakes.Si lotta su ogni palla e sul 67-67  il pubblico VitriFrigo bolle. Gaines da due, realizza anche l’aggiuntivo per il fallo subito da McCree e Cantù trvna in vantaggio (67-70). A 21 secondi dalla fine Carr la chiude segnando il canestro del 72 a 76. Boniciolli ferma tutto, ma al rientro su Blackmon che  prova il tiro gli arbitri pizzicano in fallo Mockevicius. Cantù non sbaglia e la vince 72 a 80.