Logo San Marino RTV

Eurolega, batticuore Milano: Efes battuta all'ultimo secondo

3 nov 2018
Milano - EfesEurolega, batticuore Milano: Efes battuta all'ultimo secondo
Eurolega, batticuore Milano: Efes battuta all'ultimo secondo - Finisce con James in trionfo e una standing ovation per chi è stato semplicemente il peggiore, e poi...
Vince Milano contro la bestia nera Efes. E non la vince il modo normale, la vince meritando, dominando, buttandola via e riprendendola al volo. All'ultimo secondo con una magia di James eroe di serata e fino lì semplicemente il peggiore in campo. Per tre quarti di partita però c'era stata solo l'Armani in campo, un dominio pressochè totale che dopo solo 12 minuti portava in dote 15 punti di vantaggio. L'Efes, da squadra esperta, non ha mai mollato. Il marpione Ataman alterna uomini e difese e la circolazione di Milano un po' di sporca e i tiri aperti sono molti meno. Un nuovo momento di onnipotenza offensiva a fine terzo quarto ha dato 14 punti all'Olimpia con solo 10 minuti da giocare, ma qui gli ospiti hanno iniziato a segnare con una continuità che nei precedenti 30 non si era minimamente vista. Quando all'ultimo minuto i turchi firmano il sorpasso ad un certo punto ce l'hanno in mano: sarebbe bastato che Micic segnasse i due liberi a 18 secondi dalla fine per chiuderla lì. Lo 0/2, però, ha tenuto in vita Milano, e, all’ultima palla, James, che si portava sulle spalle un ignobile 1/9 da tre, ha cincischiato in palleggio, rischiato la frittata ed è stato costretto a tirare la decima tripla della sua partita. Canestro e vittoria, una serata vietata ai deboli di cuore, ha serata che ha detto di una Milano finalmente con una dimensione europea al netto di pause che potevano rovinare tutto. Finisce con James in trionfo e una standing ovation per chi è stato semplicemente il peggiore, e poi si è inventato la vittoria.