Logo San Marino RTV

Eurolega: CSKA e Fenerbahce d'un soffio, Barça e Baskonia a valanga

2 nov 2018
La schiacciata di VeselyEurolega: CSKA e Fenerbahce d'un soffio, Barça e Baskonia a valanga
Eurolega: CSKA e Fenerbahce d'un soffio, Barça e Baskonia a valanga - I russi piegano l'agguerrito Olympiacos grazie a Rodriguez e Clyburn, i turchi regolano il Bayern co...
La capolista CSKA Mosca fa 5/5, ma solo dopo un tiratissimo 69-65 nel big match con un Olympiacos a lungo dominante, che per 25' mette sotto scacco l'attacco più forte d'Europa. Itoudis parte senza De Colo e Rodriguez ma sul 4-10 greco cambia idea e li mette entrambi. Il francese non c'è e sparisce in fretta, lo spagnolo invece cancella subito le distanze con 5 punti filati e si avvia verso un partitone da 20 punti e 6/10 dall'arco. I protagonisti del successo sono lui e Clyburn, le cui sgusciate portano in dote 17 punti e 9 rimbalzi. Ma il Pireo è in palla e in avvio di secondo quarto fa 12-3 e scappa a +9, trascinato dalle giocate di Milutinov e dal duo da 27 punti Printezis/Williams-Goss. Il CSKA non si abbatte e nella frazione seguente ribalta la forbice col parzialone di 15-2, aperto, ovviamente, da due triple di Rodriguez. Qui però spunta un altro fattore, Spanoulis, la cui carburazione a diesel porta 11 dei suoi 16 punti e la rimonta fino al pari, sancito da un'altra doppietta da fuori. A 1' dalla sirena è ancora pareggio, poi l'attacco greco s'inceppa e a Mosca bastano i liberi di Clyburn e Higgins per portarla a casa.

Ora tra CSKA e Olympiacos ci sono due vittorie di distacco. E in mezzo c'è il Fenerbahce, che a sua volta fatica fino in fondo ma batte 88-84 il Bayern Monaco. I turchi hanno i 19 di Datome – con 4/5 da tre – i 16 di Vesely e gli 8+10 assist di Sloukas, sono quasi sempre avanti ma non salgono mai oltre il +6. I tedeschi controllano le plance – guidati dai 15+7 rimbalzi di Booker – e sorpassano col 9-0 del terzo quarto, dopodiché è punto a punto fino alla fine. Il Fener sembra al sicuro quando la tripla di Guduric e la schiacciata di Vesely disegnano il +6, ma la chiude del tutto solo quando il libero di Datome fissa il +4 con 2” sul cronometro.

Non c'è storia invece nelle altre due di serata. Il Barcellona schianta 74-58 il Maccabi Tel Aviv grazie al 25-7 della terza frazione, che spezza il sin lì perfetto equilibrio. Per i blaugrana 26 punti e 15 rimbalzi per la coppia Claver-Tomic, ma soprattutto terzo successo di fila. Torna a vincere dopo 3 ko invece Baskonia, che col Darussafaka scappa già nel secondo quarto – sugli scudi Shengelia e il doppio 10 punti/rimbalzi di Poirier – e passa con un comodo 82-56.

RM