Logo San Marino RTV

La Carpegna che non ti aspetti vince a Bologna 77-80

In casa della Fortitudo arriva il primo successo in campionato

12 gen 2020
Basket: La Carpegna che non ti aspetti vince a Bologna 77-80
Basket: La Carpegna che non ti aspetti vince a Bologna 77-80

Il 17 porta buone nuove a Pesaro che dal Pala Dozza esce con una incredibile vittoria. La prima di una stagione per svoltare la quale forse è tardi. O forse no. Il "se siamo ancora vivi dobbiamo cominciare a fare punti" di Giancarlo Sacco trova puntuale applicazione nell'anticipo della prima di ritorno. Il primo urlo, quindi, la Carpegna Prosciutto lo fa su uno dei parquet più difficili, quello di una Fortitudo che fin qui aveva ceduto in casa solo alla Germani Brescia.

La Pompea la prende morbida fidandosi forse più della classifica di quello che fa profilandosi. Pesaro chiude bene le maglie in difesa e approfitta di qualche interessante recupero per portarsi avanti nel punteggio. Bologna non reagisce di squadra, Daniel si inventa un paio di cose in grado di rimetterla in carreggiata e nonostante la Carpegna giochi di più e a ritmi più alti, la Fortitudo resta in partita. Nel secondo quarto però i marchigiani scavano il primo vero solco. Martino ferma tutto con un time out, ma sono troppi i contropiedi che lo svagato attacco felsineo concede ad una Pesaro bella concentrata. Sul +12 e sul punto di gettare le basi per l'impresa, Pesaro comincia a pasticciare e adesso è Sacco a chiamare il time out. Sembra l'inizio del solito film horror con la Carpegna Prosciutto pronta a squagliarsi. No, perchè la scarsa precisione al tiro viene compensata dalle reattività nei rimbalzi offensivi. Adesso la Pompea sprofonda, ma l'avvicinarsi della prima vittoria porta ai marchigiani frenesia e brutte scelte. Bologna pare aver mollato, ma un paio di triple di Aradori la rianimano. Pesaro resta avanti, ma di poco. Sims la fa tremare, ma contrariamente a quanto succede di solito, arrivano i liberi dell'MVP Williams a suggellare anche grazie ai suoi 17 punti la prima soddisfazione di questo magrissimo torneo.

77-80 per una Carpegna nuova. L'operazione salvezza da conquistare in mezzo campionato imporrà ai ragazzi di Sacco una marcia da Eurolega.