Logo San Marino RTV

Pesaro travolta a Cremona, i giochi per la salvezza si riaprono

La Vuelle si arrende troppo presto, la Vanoli passeggia e si impone 97-64

di Roberto Chiesa
8 apr 2019
SRV_VANOLI-VUELLE_8-4-19
SRV_VANOLI-VUELLE_8-4-19

Tutto facile per Cremona, tutto troppo facile per una Vanoli 'on fire' e in formissima, ma la brutta giornata di Pesaro ha due risvolti. Prima l'arrendevolezza mostrata in una gara che forse si poteva perdere, ma andava almeno giocata e l'altra costituita dal colpaccio di Pistoia a Bologna che di fatto riapre una lotta salvezza che adesso va acchiappata appunto lottando. I 4 punti di vantaggio in classifica ed i confronti diretti ambedue vinti contro Pistoia mettevano la squadra di Boniciolli in una posizione di tranquillità, ma ora le cose sono drammaticamente cambiate, visto che il calendario apparecchia tre durissime sfide, contro Trento e Varese in trasferta e contro Sassari in casa. Da Cremona torna la Pesaro di un paio di settimane fa, una versione così arrendevole e inaspettata dopo il bel colpo rimediato contro Avellino. I ragazzi di Boniciolli invece restano  in partita solo per metà del primo quarto, toccando il loro unico vantaggio al 3' sul 7-9 con una tripla di Lyons. Da quel momento Cremona prende in mano grazie a tre petardi di Aldridge e piazza un break di 14-3, portandosi in vantaggio sul 31-16 al 9'. La Vuelle fine qui lasciando aperte autostrade alle penetrazioni a canestro degli avversari e soprattutto sbagliando di tutto con il quarto si chiude così sul punteggio di 33-18 e il PalaRadi può già far festa. Le cose non cambiano nel secondo, con la Vanoli che sfrutta al meglio gli sbandamenti difensivi degli avversari mantenendosi sempre largamente in vantaggio al cospetto di una Pesaro che fa registrare un disastroso 7/30 nel tiro da sotto. Il resto della gara è un allenamento, la Vuelle non trova mai il modo per rialzare la testa, il terzo quarto vede infatti la Vanoli avanti di 30 punti sull'80-50 e poi via verso un finale di quella che ormai è una non partita. Mockevicius, con 9 punti e 18 rimbalzi, e Blackmon 18 punti con un buon 4/8 da 3, gli unici a salvarsi in maglia Vuelle. Voltare pagina e rimettersi sul pezzo è la priorità verso un finale che sembrava già scritto e che ancora è invece tutto da scrivere.