Logo San Marino RTV

VL, snodo cruciale a Pistoia: c'è Williams, Chapman stringe i denti

Pesaro deve assolutamente vincere contro i toscani, terzultimi ma imbattuti in casa da 4 gare. L'innesto dell'americano impone un taglio: chi salta tra Thomas e Drell?

di Riccardo Marchetti
21 dic 2019

Non siamo neanche al giro di boa del campionato, eppure da qui alla Befana la VL Pesaro si gioca, probabilmente, il grosso delle sue speranze salvezza. Speranze al momento assai esigue, visto il tremendo record di 0/12. Nelle prossime quattro partite, il calendario propone le quattro squadre che la precedono in classifica: domani a mezzogiorno i biancorossi sono a Pistoia, poi ci sono le partite casalinghe con Cantù e Trieste – l'altra squadra in zona rossa – e in mezzo la trasferta di Venezia, da una Reyer in difficoltà ma pur sempre campione in carica. Per quel che riguarda questa domenica, Pistoia al momento è la prima delle salve con 8 punti, ha il terzo peggior attacco e, dopo la VL, è la peggior difesa del campionato. Eppure sarà una partita molto più complicata di quanto non dicano questi dati: sempre ko in trasferta, i toscani hanno vinto le ultime 4 gare giocate sul loro parquet. La vittima più recente è Cremona, che nel turno precedente, imponendo la prima sconfitta alla Virtus Bologna, aveva completato un filotto di 5 successi.

Una squadra dunque apparentemente ingiocabile tra le mura amiche, soprattutto per una VL sin qui sempre ko. La speranza di far saltare i pronostici sta tutta nell'arrivo di Troy Williams, tre anni spesi tra NBA e G-League prima di una breve parentesi cinese. Ora Pesaro, dove in due giorni di allenamenti ha già dimostrato di poter essere quel rinforzo di qualità assolutamente necessario. Da lui Sacco si aspetta equilibrio e intensità in difesa e tanti punti in attacco, sin qui fondato in grossa parte su un Barford prolifico – è il terzo bomber della A – ma pessimo per statistiche. Per un Williams guadagnato però c'è un Chapman ancora impelagato nei suoi guai fisici: in questi giorni il pivot non si è mai allenato, anche se Sacco ha anticipato che sarà tra i dieci che sfideranno Pistoia. E se ci sarà pure lui, la gara di domani farà capire chi sarà lo straniero da tagliare per far posto a Williams: sarà uno tra Thomas e Drell, entrambi fortemente voluti da Perego, entrambi deludenti – soprattutto il secondo – ma proprio per questo entrambi difficili da piazzare, visti i rispettivi contratti pluriennali.