Logo San Marino RTV

Amichevole, Napoli batte Chievo 2-0 a Trento: apre Verdi, chiude Tonelli.

31 lug 2018
Napoli-Chievo 2-0Amichevole, Napoli batte Chievo 2-0 a Trento: apre Verdi, chiude Tonelli
Amichevole, Napoli batte Chievo 2-0 a Trento: apre Verdi, chiude Tonelli - Antipasto di Serie A a Trento. Il Napoli di Ancelotti batte 2-0 il Chievo nella sua terza amichevole...
Antipasto di Serie A a Trento. Il Napoli di Ancelotti batte 2-0 il Chievo nella sua terza amichevole prestagionale e si prepara al meglio per l'esordio in campionato, previsto a Roma contro la Lazio.
Ottima la prova dei partenopei che costruiscono una buona mole di occasioni, nonostante le gambe siano ancora in rodaggio, e soprattutto non concedono praticamente nulla ai veronesi, che faranno gli oneri di casa a Cristiano Ronaldo per l'esordio del cinque volte Pallone d'Oro in Italia.

Pronti via e dopo 10' il gol del Napoli è da applausi: Insigne da sinistra serve una palla precisa e morbida a Verdi. L'ex Bologna carica il destro al volo, violento, rasoterra che non lascia scampo a Sorrentino. Applausi a scena aperta da parte del pubblico presente al Briamasco.

Fa praticamente tutto Lorenzo Insigne nel primo tempo: prima cerca di beffare Sorrentino con un pallonetto fiacco, poi però è costretto ad uscire dal terreno di gioco per un problema alla caviglia, lasciando il posto ad Ounas.

Nonostante l'uscita del folletto magico e dei tanti cambi operati da Ancelotti nella ripresa, il Napoli continua a macinare gioco e a creare occasioni pericolose, flirtando più volte con il raddoppio.

Da illusionista il numero di Adam Ounas: l'algerino si libera di tre difensori non spostando mai la sfera dalla linea di fondo, poi una carambola e l'intervento provvidenziale di Sorrentino nega all'ex Inglese la gioia del gol.

Gol che è solo rimandato di qualche minuto però: cross di Allan e Tonelli svetta su tutti. 2-0 e partita chiusa con il risultato più classico. Soddisfatto a metà Ancelotti per la buona prova offerta dai suoi ma consapevole del lungo lavoro che c'è da fare, per una squadra che dovrà essere protagonista in Italia e in Europa.

Alessandro Ciacci