Logo San Marino RTV

Argentina: Dybala espulso all'esordio con la Selecciòn

2 set 2016
Paulo Dybala
Paulo Dybala
Riparte da Mendoza la rincorsa dell'Argentina al sogno di alzare un trofeo, sfumato a più riprese nelle ultime tre finali tra Coppa America e Mondiale. Nelle qualificazioni a quello di Russia si rivede in campo Lionel Messi, ritornato sui suoi passi dopo il frettoloso addio a seguito della sconfitta col Cile qualche settimana fa.

Impressionante la batteria di trequarti alle spalle del modesto Pratto, con Angel Di Maria e Dybala – al debutto in Albiceleste – al fianco di Messi.

Poche occasioni su entrambi i fronti nella prima mezz'ora: a far saltare il banco ci pensa allora Messi, che poco prima dell'intervallo si inventa il rasoterra dalla distanza che sorprende Muslera e lancia la festa sugli spalti.

Parte col piede giusto l'era Bauza sulla panchina dell'Argentina, nonostante il neo dell'espulsione al debutto per doppia ammonizione comminata a Dybala, che può provare a lenire l'amarezza del rosso con l'unico precedente in Albiceleste: quello di Leo Messi.

Voglia di rivincita in campo anche ad Eindhoven, ieri sera, dove l'Olanda ha incrociato – in amichevole stavolta – la Grecia. Il vantaggio è Oranje, con Georginio Wijnaldum, anche se la complicità del pacchetto arretrato ellenico è oltremodo evidente, fin dal pallone perso in uscita.

La reazione – quantomeno – è immediata: alla mezzora Torosidis pesca l'inserimento sul palo più lontano di Mitroglu che di testa non lascia scampo a Zoet.

I ritmi calano nella ripresa e un'errore – stavolta olandese – in fase di impostazione, spalanca la porta del successo e pure quella di Zoet alla nazionale greca, che nella volata di Mitroglu e soprattutto nel tap-in di Gianniotas trova il modo di potare il prestigioso scalpo della Nazionale di Danny Blind.


LP