Logo San Marino RTV

Azzurri niente podio, al supplementare il bronzo va all'Ecuador

Decide un gol di Mina (1-)

di Roberto Chiesa
15 giu 2019
Azzurri niente podio, al supplementare il bronzo va all'Ecuador
Azzurri niente podio, al supplementare il bronzo va all'Ecuador

Una giovane Italia bella e di prospettiva, ma non da podio è quella che lascia il Mondiale Under 20 con un quarto posto di sostanza e con un retrogusto amarognolo di chi aveva creduto in qualcosa di più e di diverso. Niente, la finalina dice Ecuador al supplementare e dopo aver fallito un rigore e anche senza tanti titolari e comunque svuotati dal colpo di Var che aveva deciso al monitor la semifinale con l'Ucraina. Quel che resta degli azzurrini fa un buon primo tempo, poi il calare è progressivo ed è l'Ecuador a far la partita. Carnesecchi di quel tanto che basta a deviar sul palo e poi ancora il talento scuola Cesena di proprietà dell'Atalanta a salvarsi in calcio d'angolo. Nicolato ricorre ad una panchina che però non ha più tante alternative i suoi in campo soffrono in maniera piuttosto costante e dunque il supplementare acchiappato sullo 0-0 è un po' il massimo della vita. Il supermassimo sarebbe invece quello che accade in avvio di extra time con Olivieri che si prende il rigore del podio, rigore che lui stesso va a calciare. Centrale e debole, però, tanto da essere disinnescato dal portiere Ramirez. E così trova puntuale applicazione il contrappasso. Dal calcio piazzato la palla viene prolungata sul secondo palo dove Mina si libera dall'ipotetico marcatore e trova si il gol del bronzo, ma per l'Ecuador. Per l'Italia c'è tanta prospettiva in un gruppo di qualità, ma un legnaccio da digerire in un mondiale under 20 in chiave azzurra storicamente avaro.