Logo San Marino RTV

Cesena rimontato a Vicenza, al Menti è 2-1

Al rigore di Sarao rispondono Vandeputte e Giacomelli, anche lui a segno dal dischetto.

di Riccardo Marchetti
8 ott 2019
Vicenza-Cesena
Vicenza-Cesena

Vicenza e Cesena si prendono un rigore a testa, i veneti però ci mettono anche un gol regolare e al Menti finisce 2-1. Bianconeri alla pari del quotato avversario ma ancora privi di quel cinismo che fa di una buona squadra una squadra d'altura, come sottolineato da una classifica che al momento li vede a metà. Per contro, il Vicenza resta imbattuto, fa 4 successi in 5 gare, stacca la Reggiana e si mantiene 2° - ora da solo - a -4 dal Padova. Cesena avanti su un suicidio di Bruscagnin, che sulla verticale di Sarao si fa bruciare in velocità da Zecca, lo insegue fin dentro l'area e infine lo falcia da dietro. Un po' di palla, tanta gamba e dunque rigore, che Sarao, nonostante l'intuizione di Grandi, trasforma impeccabilmente. Ancora Romagna con Franchini che scambia con Borello e s'accentra eludendo mezza retroguardia berica, la conclusione però non è all'altezza della preparazione. Da rivedere anche la respinta di Agliardi sul tiro dalla distanza di Zonta, Vandeputte è in agguato e impatta con un tocco al volo a scavalcare il ritorno del portiere. Il Cesena torna avanti con l'imbucata di Franco per il diagonale di Sarao, doppietta vanificata dal fuorigioco del centravanti. E allora passa il Vicenza con Giacomelli che va via in serpentina, entra in area e crolla sul contrasto di Franco. Parrebbe un tuffo alla Mertens, per l'arbitro però è di nuovo penalty che lo stesso Giacomelli realizza senza fantasia. Modesto passa al 3-3-4 ma ottiene solo uno sterile possesso palla, così la partita resta viva solo perché il Lanerossi manca il colpo del ko. Anche per merito di Agliardi, che quando la difesa si fa trovare in bambola sul cambio lato di Giacomelli esce su Vandeputte e gli nega una doppietta che pare ormai fatta. Poi ancora Giacomelli ringrazia l'errore di Brignani e chiama Marotta alla piazzata, Agliardi stavolta ci mette la mano e completa l'opera impedendo il tap in a Tronco.