Logo San Marino RTV

Champions: la Juve difende il primato a Old Trafford, la Roma cerca il sorpasso sul CSKA

23 ott 2018
La rifinitura della RomaChampions: la Juve difende il primato a Old Trafford, la Roma cerca il sorpasso sul CSKA
Champions: la Juve difende il primato a Old Trafford, la Roma cerca il sorpasso sul CSKA - I bianconeri sono primi nel girone, il Manchester United invece è in fase stagnante da anni e in Pre...
Old Trafford mette sempre un filino di suggestione e soggezione, ma mai come stavolta la Juventus si presenta più come big da temere che come forestiero intimorito dalla storia. I bianconeri sono primi nel girone, il Manchester United invece è in fase stagnante da anni e in Premier sta a -9 dalla vetta. Un successo assicurerebbe il primo posto, un pari sarebbe mezza qualificazione. Dunque han più da perdere i Red Devils, unici inglesi imbattuti in Champions.

Ad Allegri, oltre al cronico Khedira mancano Emre Can – che ha problemi tiroidei e rischia di averne per un po' – e Mandzukic, distorsione alla caviglia. Formazione che dovrebbe essere questa: difesa standard Szczesny, Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Matuidi-Pjanic al centro, Cristiano Ronaldo con Dybala e larghi due tra Cuadrado, Bernardeschi e Douglas Costa. Occhio però al possibile inserimento in mediana di Bentancur. Nello United fuori Sanchez, Fellaini e Lingard, i ballottaggi sono tra Young e Valencia – nella linea con Smalling, Lindelof e Shaw davanti a De Gea – e tra Fred e Mata, il primo in mediana con Pogba e Matic o il secondo a supporto di Lukaku insieme a Martial – fresco di doppietta al Chelsea – e Rashford. Guarda e spera nella Juve il Valencia, che affronta lo Young Boys e sogna di riaprire la corsa.

Situazione opposta per la Roma, che viene dalla figuraccia con la Spal e in casa col CSKA Mosca si gioca una bella fetta di qualificazione. I russi sono capolista grazie all'1-0 va sorpresa sul Real. Siglato dalla stellina nascente Vlasic, ammirato anche a San Marino con la Croazia U21. La Maggica quindi è seconda col Real, in crisi quanto lei – e con Lopetegui al passo d'addio – e affronta il povero Viktoria Pilsen. Per come sono messe le merengues è possibile anche che saltino loro, ma urge un colpo di vita. Con Pastore ko, Di Francesco se la gioca con Under, Lorenzo Pellegrini e Kluivert dietro a Dzeko, N'Zonzi e De Rossi al centro e Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov – ma c'è chi dice Santon – a guardia di Olsen. Oltre al CSKA però vanno presi con le molle i suoi 1500 tifosi arrivati nella capitale, con conseguente pericolo ultrà.