Logo San Marino RTV

Coppa di Francia: l'OM batte il Lione ai supplementari

1 feb 2017
Coppa di Francia: l'OM batte il Lione ai supplementariCoppa di Francia: l'OM batte il Lione ai supplementari
Coppa di Francia: l'OM batte il Lione ai supplementari - Decisivo Doria, dopo l'1-1 maturato nei 90' regolamentari: esordio per Evra e Payet.
Oltre 50,000 spettatori al Velodrome di Marsiglia per i sedicesimi di Coppa di Francia tra l'OM e l'Olympique Lyonnais. Esordio dal primo minuto per l'ex juventino Patrice Evra e calcio d'inizio da palla ovale per gli uomini di Rudi Garcia, in touche sul primo possesso.

Siede in panchina l'ultimo acquisto, che risponde al nome di Payet. Marsiglia in vantaggio al primo tentativo: sul piazzato del 19enne Maxime Lopez è di Rod Fanni il colpo di testa risolutore, che taglia fuori Lopes. Primo centro stagionale per il senatore dell'OM, tornato sulla Costa Azzurra dopo le esperienze al Charlton e all'Al-Arabi e che questo trofeo l'ha già vinto due volte in carriera. Da rivedere il piazzamento della zona del Lione, che innesca il tripudio del tifo più caldo di Francia.

Replica ospite poco dopo l'ora di gioco: Rafael innesca l'uno contro uno di Morel, il velo di Derder fa il resto. Sul secondo palo è puntuale la deviazione di Tolisso, sogno di mezza estate – la prossima – del mercato juventino. Ottavo gol in ventotto presenze per l'incursore di Genesio, che riapre la contesa con la complicità della marmorea difesa marsigliese, lenta a scivolare sull'inserimento di Morel e distratta sulla finta di Derder, dove Tolisso trova terreno fertile e una porta sguarnita.

Al termine dei 90' regolamentari il punteggio è ancora fermo sullo 0-0 e Marsiglia e Lione dovranno giocarsi la qualificazione ai supplementari, dov'è l'OM a prendere l'iniziativa rendendosi pericolosa da sinistra con Doria, che salta Rafael con un tunnel e mette al centro: Sanson – favorito da uno scivolone – non trova il bersaglio grosso.

C'è spazio anche per Payet ed il Marsiglia la sblocca con l'inserimento di Cabella, imbeccato da Sakai. Il traversone sul secondo palo trova impreparato Rafael ed in ritardo Depay, così che a far festa è il brasiliano Doria, l'uomo degli ottavi di finale.

L'OM raggiunge Niort, Bergerac, Lorient, Bordeaux, Lilla, Strasburgo e Quevilly Rouen. Prossimo avversario da definirsi nel confronto tra Monaco e Chambly, coi monegaschi nettamente favoriti nei confronti dei semiprofessionisti borgognoni.


LP