Logo San Marino RTV

Coppa Italia di C, il Carpi elimina la Carrarese

2-0 per gli emiliani che ai 16mi affronteranno la Pro Vercelli.

di Riccardo Marchetti
9 ott 2019
La sfida
La sfida

Il Carpi colpisce dalla distanza e affonda la Carrarese, per il 2-0 che manda gli emiliani ad affrontare la Pro Vercelli nei 16mi della Coppa Italia di Serie C. Maurizi beffa la salterina barriera ospite con una punizione rasoterra, l'esecuzione però è troppo debole per infinocchiare anche Forte. Le occasioni vere arrivano a seguire: Damiani per l'imbucata di Mezzoni, il velo di Manneh taglia fuori la difesa e spalanca la porta a Pasciuti, clamorosamente incapace di capitalizzare. Più o meno uguale di là: Carletti è solo in area sull'appoggio di Maurizi ma sciupa tutto toccando a lato d'esterno.

L'attaccante ha modo di riscattarsi al 49°, quando viene steso sulla mezzaluna da Rizzo per la punizione vincente dell'ex di turno Biasci: destro in angolo basso e Carpi in vantaggio. Carletti ci prende gusto e tenta di sfondare ancora su Rizzo, stavolta la chiusura del difensore è limpida e la caduta in area non porta a nulla. Altro doppio giro di brutture: sul servizio di Maurizi il volante di Biasci è pessimo, allo stesso modo quello di Maccarone su assist di Pasciuti non è degno di un ex Serie A. Funziona tutto a meraviglia invece quando la sponda di testa dell'onnipresente Maurizi trova libero Fofana: stop, movimento a rientrare su Pasciuti e altra stoccata a fil di palo dal limite, in questo caso di matrice mancina.

A perdere la marcatura sull'ivoriano è Maccarone, che al giro dopo ritrova gli antichi colpi con un lancio che taglia fuori Varoli e arriva a Infantino, il cui controllo impreciso facilita l'uscita di Rossini. L'ultima occasione per riaprirla arrida dal cross di Damiani: girata di Tavano e respinta di Rossini, ancora Infantino va a rimbalzo ma, complice il disturbo di Rossoni, manda alto di testa, chiamando l'entrata dei titoli di coda.