Logo San Marino RTV

Coppa Italia: Super Cesena, Lecce travolto 4-0. E Floccari si avvicina

10 ago 2015
Coppa Italia: Super Cesena, Lecce travolto 4-0. E Floccari si avvicina
Coppa Italia: Super Cesena, Lecce travolto 4-0. E Floccari si avvicina
Comincia alla grande la stagione del Cesena, che al Manuzzi batte 4-0 il Lecce nel 2° turno di Coppa Italia. I bianconeri passano in vantaggio al 13° con Ragusa, rischiano il pari a inizio ripresa e poi dilagano segnando tre gol tra il 60° e il 75° con Rodriguez, autore di una doppietta, e Molina. Alle buone notizie dal campo di gioco si sommano quelle provenienti dal mercato: sembra infatti che il club romagnolo sia a un passo dall'attaccante del Sassuolo Sergio Floccari. Secondo l'esperto di mercato Alfredo Pedullà, Floccari, classe '81 con tanta Serie A alle spalle, avrebbe già dato il proprio assenso al trasferimento in bianconero.

La sfida non era iniziata nel migliore dei modi per gli uomini di Drago, con l'attaccante Garritano costretto ad uscire al 9° a causa di una distorsione alla caviglia. Al suo posto entra Rodriguez, che nella ripresa come detto sarà decisivo. L'infortunio di Garritano è comunque l'unica nota stonata del primo tempo del Cesena, che domina sulla catena di destra con Molina, Kone e Ragusa. Proprio gli ultimi due sono gli artefici del vantaggio bianconero: l'ivoriano ruba palla al limite dell'area salentina dopo un miracolo di Benassi su Caldara e serve l'ex Under 21, che in sospetto fuorigioco piazza il diagonale dell'1-0. Poco altro da segnalare prima dell'intervallo, con i padroni di casa che recriminano per un presunto fallo da rigore su Molina e gli ospiti mai pericolosi dalle parti di Agliardi.

Nella ripresa il Lecce entra in campo più convinto e sfiora il gol con l'attaccante ivoriano Doumbia, che a tu per tu con Agliardi manda a lato il pallone del possibile pareggio. Il Cesena accusa il colpo, ma i salentini non ne approfittano e vengono puniti da Rodriguez, che segna il 2-0 con un destro potente in area. È il punto di non ritorno: i bianconeri tornano a dominare e in un quarto d'ora chiudono definitivamente i giochi con le reti di Molina e Rodriguez.

Soddisfatto il tecnico bianconero Massimo Drago, cui però non è piaciuto l'atteggiamento dei suoi nel finale."Abbiamo disputato una buona partita – ha detto Drago - anche se mi spiace che nel finale si sia staccata un po' la spina. Così non va bene perché lo scorso anno il Cesena ha perso alcune partite proprio mollando nel finale”. L'allenatore bianconero si è poi soffermato su uno dei protagonisti della vittoria, l'attaccante spagnolo Rodriguez: “In area non perdona e anche se non ha una grande fisicità sa destreggiarsi bene fra i difensori avversari. Se imparerà a giocare di più con la squadra potrà essere un giocatore da Serie A in futuro".

Il Cesena, che torna al successo in una gara ufficiale a più di cinque mesi dall'1-0 all'Udinese in campionato, se la vedrà ora con la vincente tra Catania e Spal, in campo questa sera in casa degli etnei. Chi passerà il turno affronterà una tra Torino e Pescara.


CESENA LECCE 4-0

CESENA (4-3-3): Agliardi, Molina, Capelli, Caldara, Mazzotta, Kone, Cascione, Valzania, Ragusa (35’st Renzetti), Rosseti (24’ st Perico), Garritano (7’ pt Rodriguez). A disp. Gomis, Grandi, Perico, Gasperi, Dalmonte, Djuric, Succi, Varano,Moncini.All.Drago.

LECCE (4-2-3-1): Benassi, Beduschi, Cosenza (13’ st Abruzzese), Gigli, Kalombo, De Feudis (32’ st Mannini), Papini, Lepore, Herrera (23’ st Suciu), Doumbia, Moscardelli. A disp.: Bleve, Perucchini, Tundo, Rosafio, Persano, Cicerello. All: Asta.
Arbitro: Chiffi di Padova.
Reti: 13’ Ragusa, 60’ Rodriguez, 66' Molina, 80' Rodriguez
Note: angoli 2-3; spettatori 4.426 (incasso 15.239,00 euro).