Logo San Marino RTV

Cosenza-Sicula Leonzio 2-1

13 mag 2018
Cosenza-Sicula Leonzio 2-1Cosenza-Sicula Leonzio 2-1
Cosenza-Sicula Leonzio 2-1 - Con 2 gol negli ultimi 7 minuti di partita il Cosenza scavalca la Sicula Leonzio e prosegue il cammi...
La differenza sta nei cambi e in chi li fa. Il Cosenza ha tanta qualità a disposizione e la Sicula ne ha 11 o 12 in tutto insomma il Cosenza va avanti ma Lentini esce dal campionato meritando applausi a scena aperta. Il San Vito Marulla spinge da subito i rossoblu, Corsi sbaglia il tiro e quasi manda in porta Tutino: la deviazione è fuori, ma non di molto. Alla Sicula non basta il pari e l'atteggiamento bianconero piuttosto conservativo tende a far aprire il Cosenza per eventualmente colpire. Narciso controlla il tentativo dal limite. E prima dell'intervallo arriva un'occasionissima per sparigliare le carte: Tutino rientra, salta Gianola ed esplode un petardo che per poco non spacca la porta. Ripresa e sul San Vito Marulla scende una gelata novembrina. Bodycheck di Pascali su Bollino. L'attaccante di Diana calcia bene da lontano, ma sul tiro lento Saracco sembra sempre poterci arrivare e poi non ci arriva mai. Il gol scatena la festa della macchinata di tifosi ospiti che ha passato lo stretto, poi il Cosenza rischia in K.O. con Foggia che scappa via in contropiede e al momento dell'ultimo passaggio sceglie sbagliando di mettersi in proprio. La reazione dei padroni di casa è tutta in questa telefonata di Bruccini a Narciso e allora Piero Braglia muove e vince. Dentro Okereke e Baclet, saranno i match winner. Mancano meno di 7 minuti quando l'ex spezzino stoppa e infila l'1-1 che adesso si basta al Cosenza. Gol di importanza capitale che giustifica l'esultanza tribale. Leonzio avanti a testa bassa alla conquista del sogno perduto e contropiede con Baclet che sbatte su Narciso in uscita. E' un rigore che lo stesso francese realizza per il sorpasso e per un pronostico rispettato, ma dopo aver sofferto e rischiato oltre ogni previsione.