Logo San Marino RTV

Dinho e Adriano, le solite bravate

3 nov 2012
Dinho e Adriano, le solite bravate
Attenti a quei due. Senza citazioni western o pretese cinematografiche, ma semplice monito. Una volta si chiamavano recidivi, oggi dopo essere stati al vertice del calcio mondiale, si chiamano solo giocatori in fase calante.
Ronaldinho rimane incredibilmente illeso dopo un incidente stradale sulla strada che porta al campo d'allenamento dell'Atletico Mineiro. Al volante della sua Porsche l'autista, coinvolta nell'incidente una donna 71enne che dopo essere stata dimessa dall'ospedale con qualche graffio, ha lamentato il mancato soccorso di Ronaldinho e autista.
Rimane nei suoi canoni - decisamente poco professionali - l'Imperatore. L'ex attaccante di Inter e Roma, presentatosi al mondo a 17enne anni con una bomba al Real Madrid, ha disertato un allenamento con il Flamengo, passando poi la notte in discoteca fino alle 4.30. Il rischio di rottura è dietro l'angolo, nel caso il Flamengo decida di avvalersi di una clausola comportamentale del contratto di Adriano, secondo la quale al terzo allenamento saltato senza giustificazione il club ha la possibilità di rescindere. Adriano, manco a dirlo, ha già esaurito il bonus e il 23 ottobre la dirigenza Mengão avevo optato per non stracciare l'accordo, limitandosi ad una multa e l'annullamento del contratto per i diritti di immagine. Questa volta l'Imperatore potrebbe non passarla liscia.

Luca Pelliccioni