Logo San Marino RTV

Doppio Maiorino, la Feralpi vede la finale: 2-0 alla Juve U23

Nella semifinale d'andata i gardesani fanno valere il fattore campo: ai bianconeri non basta una gara d'attacco (con due rigori non dati). 2-0 anche per la Ternana sul Catania.

di Riccardo Marchetti
30 gen 2020
Feralpisalò-Juventus U23
Feralpisalò-Juventus U23

Alla FeralpiSalò bastano Maiorino e 25' per fare un passo deciso verso la finale di Coppa Italia di C. 2-0 alla Juventus U23 con doppietta dell'attaccante, che la sblocca al 12° con una punizione dalla distanza. Nel caso in questione è una deviazione di Brunori a spiazzare il portiere Nocchi, decisamente colpevole invece quando s'impappina sul destro dal limite ancora di Maiorino che decreta, con largo anticipo, il risultato finale.

Il tutto nonostante un'ora abbondante di quasi sola Juve, alla quale, a dirla tutta, mancano un paio di rigori. Sulla punizione di Zanimacchia, Baldassin travolge in area Toure, sul cui colpo di testa c'è pure il tocco di braccio di Altobelli. Braccio largo in zona rossa pure per Vitturini, anche qui l'arbitro, ben appostato, fa segno di andare avanti.

Ma al di là dei penalty non dati, i bianconeri – stavolta biancorossi – sono in costante attacco: mala respinta di Liverani sul cross di Zanimacchia, Brunori va di testa ma Mordini è ben appostato sulla riga e fa muro. Sempre da destra, Di Pardo per il tacco di Dragusin, ancora Brunori tenta la girata e manda abbondante sul fondo.

All'intervallo Pecchia toglie Olivieri per Marchi, che nella ripresa sarà tra i più attivi dei suoi. E va subito in gol quando Brunori gli fa da torre sull'assist di Zanimacchia, il fuorigioco però è netto. Comparsata della Feralpi quando Pesce lancia verso la porta il solito Maiorino, che in questo caso perde l'attimo e riesce solo ad appoggiarla di testa a Nocchi. Quindi di nuovo Marchi: Liverani gli blocca in due tempi il destro dal limite e poi, sul corner di Fredriksen spizzato da Brunori, è prodigioso nel pararne la girata ravvicinata, con Guidetti a spazzare.

Asse Fredriksen-Brunori anche al 93°, sul colpo di testa che ne consegue Liverani è di nuovo sul pezzo e la Feralpi mette al sicuro un preziosissimo doppio vantaggio, da difendere nel ritorno del Moccagatta. Stessa cosa per la Ternana, che nell'altra semifinale di andata vince sempre 2-0, in casa, col Catania.