Logo San Marino RTV

FeralpiSalò-Padova 2-1: Bracaletti spegne i sogni di vetta veneti

2 apr 2017
FeralpiSalò-Padova 2-1FeralpiSalò-Padova 2-1: Bracaletti spegne i sogni di vetta veneti
FeralpiSalò-Padova 2-1: Bracaletti spegne i sogni di vetta veneti - La doppietta dell'attaccante spinge il Padova a -9 dal Venezia, il tutto alla vigilia della doppia s...
Sulle rive del Garda si affrontano FeralpiSalò – due vittorie e un pari nelle ultime otto – e Padova, sette successi e zero sconfitte da nove gare a questa parte: le fredde statistiche sembrerebbero non dare scampo ai padroni di casa, invece eccoli prendersi un 2-1 che sa di pietra tombale sulle residue ambizioni di primato dei veneti, scivolati a -9 dal Venezia.

Le danze si aprono già al 7°: Gerardi riceve da Ferretti, elude l'intervento di Cappelletti e scarica sulla traversa, Bracaletti è ben appostato e ribatte in rete di testa, con Bindi a terra e impotente. Il Padova è in bambola e un errore della retroguardia regala un'altra chance a Gerardi, che va ancora col destro da fuori ma stavolta non inquadra. Sempre solo Feralpi e sempre sull'asse Ferretti-Bracaletti-Gerardi, quest'ultimo controlla al limite per poi calciare stile rugby.

Lombardi protagonisti pure nella loro area, con Aquilanti che, sul cross di Madonna, anticipa De Cenco e si fa auto-traversa. Quindi, sul cambio di fronte, il raddoppio: Ferretti dentro per Settembrini che mette in mezzo, dove lo splendido velo di Tassi offre a Bracaletti la più facile delle doppiette. Pur se ferito il Padova potrebbe riaprila subito con la fortunata percussione di De Cenco, che arriva davanti a Caglioni ma sciupa tutto calciandogli addosso.

Si va così alla ripresa, che si apre con Bracaletti che va via a Emerson, punta la porta e prova ad aprire per gli accorrenti Ferretti e Gerardi, la precisione però non c'è. Intanto Brevi ha messo in campo Dettori, subito pericoloso col cross per De Cenco sul quale Aquilanti fa buona guardia. Ora è il Padova a comandare: traversone di Altinier per l'incornata di Favalli, Caglioni non si fa sorprendere.

E allora, dopo un diagonale rasoterra di Ferretti uscito di un soffio, i veneti passano: Cappelletti scappa alla difesa su una meraviglia di Dettori, aggancia e supera Caglioni con un pallonetto, la sfera è diretta in porta ma viene comunque spizzata di testa da Altinier, che così fa suo il gol. Ciò però non basta, anzi è la Feralpi a sfiorare il tris con Luche, stoppato da Bindi dopo essere andato via a Emerson. Il Padova cade e lo fa proprio in vista di una settimana decisiva, nella quale all'Euganeo sono attesi Venezia e Parma.

RM