Logo San Marino RTV

Fifa Under 17: cominciata la fase a gironi. Nel Gruppo A esordio vincente dei padroni di casa del Brasile

Nelle altre sfide bene Angola, Nigeria, Ecuador

di Lorenzo Giardi
27 ott 2019
Fifa Under 17: cominciata la fase a gironi. Nel Gruppo A esordio vincente dei padroni di casa del Brasile
Fifa Under 17: cominciata la fase a gironi. Nel Gruppo A esordio vincente dei padroni di casa del Brasile

Nel gruppo B l'Ecuador vince la prima nel proprio girone con l'Australia. I Sud americani sfruttano la partenza a razzo Pluas da fuori area porta in vantaggio i giallo/rosso/blu con un destro ad effetto su azione susseguente a calcio d'angolo. Al nono è già 2-0. Sul cross di Vite ci mette il piede Mlinaric che spiazza il proprio portiere, nemmeno 10 e la gara è già indirizzata. L'Australia si sveglia e reagisce ma Botic è in posizione irregolare e il goal viene annullato. Il giovane attaccante che milita nella Junior Bundesliga con la maglia dell'Hoffenheim realizza, ma quando ormai i giochi sono fatti. Ecuador batte Australia 2-1.

Tanti goal sempre per il Gruppo B tra Nigeria e Ungheria. Vantaggio ungherese con Komaromi dopo soli 3 minuti. Il pareggio arriva su rigore con Tijiani che subisce e trasforma dal dischetto per l'1-1. L'Ungheria non ci sta e trova il nuovo vantaggio con la soluzione di Major. Nella ripresa la Nigeria riacciuffa gli avversari con il goal di testa di Ibrahim, ma grandi responsabilità del portiere ungherese che calcola molto male l'uscita. Sorpasso Nigeria con Adeniyi. Doppietta di Tijani da lontano su calcio di punizione, con una deviazione che inganna l'incerto Hegyi .

Nel gruppo A allo Stadio Bezerrao di Brasilia la sfida tra Nuova Zelanda e Angola. Angolani in vantaggio dopo pochi minuti con la veloce su punizione, Binga bene in mezzo per Zini colpo di testa perentorio e 0-1. Rischia l'Angola quando il portiere De Carvalho per prendere posizione spinge Strong, il direttore di gara dopo consulto Var lascia proseguire. Il pareggio arriva con un gran numero di Garbett servito direttamente da fallo laterale. Il centrocampista si gira in area e va con il diagonale forse deviato, ma non toglie nulla alla gran giocata del Neo Zelandese. Sempre su palla inattiva il raddoppio dell'Angola. Sul colpo di testa di Nzanza c'è l'intervento totalmente fuori misura di Bark per l'autogoal più classico. Potrebbe esserci anche il terzo, ma il numero 7 Capemba fa tutto bene ma calibra male e colpisce solo la traversa. Altra azione personale questa volta di Antonio Josè, ottima la risposta di Paulsen. E' l'ultima emozione, Angola batte Nuova Zelanda 2-1.

Sempre nello stesso stadio e per lo stesso gruppo i padroni di casa del Brasile strapazzano il Canada. Buon lavoro di Gabriel Leon sulla destra, cross radente per Peglow che gira e carioca avanti. Il raddoppio è un autorete di Franklin. Ancora Peglow per il tris ma quanti errori della difesa canadese. Anche qui la gentile concessione per la staffilata del centroavanti. Troppo veloci i brasiliani per gli elefantiaci difensori del Canada, sulla rovesciata di Kaio Jorge, Gabriel Veron brucia il diretto avversario e appoggia in rete per il poker. Sono 4 ma potrebbero essere anche molti di più perchè i verdeoro invece che concretizzare fanno accademia e il Canada realizza almeno il goal della classica bandiera con Russel Rowe. Brasile batte Canada 4-1.