Logo San Marino RTV

Forlì in caduta libera, l'arbitro dà una mano

25 nov 2012
Caduta libera
Caduta libera - Ancora una sconfitta per il Forlì di Bardi, in una sfida condizionata dal direttore di gara.
Incapacità e fragilità psicologica oppure solo una giornata sfortunata ? Attorno al quesito gira anche il futuro del Signor Stefano D' Angelo, arbitro di Forlì-Venezia. Sì perchè il direttore di gara ha sbagliato tutte le decisioni importanti, influendo sul risultato finale ed anche sullo stato d' animo dei giocatori INT. Moreau. Alla fine ha prevalso il Venezia per 2-1 ed il Forlì, ormai a secco di vittorie da 6 partite, deve imprecare con l' arbitro ma anche con se stesso per i tanti gol mancati nel finale. La cronaca. Primo episodio importante al nono : traversone di Campagna , Maracchi colpisce palla e capo di Mordini. Gioco pericoloso. Azione interrotta con la sfera che colpisce traversa e linea bianca. 25mo. Cross di Mordini. Colpo di testa di Bergamaschi. Alto. Tre minuti e l' equilibrio si spezza. Cross da sinistra. Lauria, libero come una libellula, colpisce di testa. Miracolo di Ginestra. Il mezzosinsitro ribatte in rete con la difesa biancorossa impalata. Non passa che un minuto e il Venezia raddoppia. Assist centrale di Godeas per Campagna. Tocco d' esterno nell' angolo e 2-0 servito. Il colpo non abbatte i romagnoli. Al 31mo siluro di Evangelisti dal limite, Moreau ci mette i pugni. Arriva di gran carriera Buonaventura econ un tiro bellissimo firma il 2-1. Al 37mo il fattaccio. Traversone da sinistra di Evangelisti per Buonaventura che , tutto solo, si aggiusta di petto il pallone in area. Arriva Bertolucci e con una mano galeotta toglie l' opportunità all' attaccante. Per l' arbitro non succede nulla e scoppia il finimondo. INT. Buonaventura Nell' occasione il guardalinee non aiuta l' arbitro che, nel caos espelle il secondo portiere del Forlì Casadei. Sei minuti ancora e per il signor D' Angelo arrivano altri guai. Il difensore Masi colpisce palla con la mano. L' arbitro non ammonisce. L' allenatore romagnolo Bardi s' infuria e va a far compagnia nello al secondo portiere. Nell' intervallo il clima è incandescente. Ripresa. Succede tutto nell' utlimo quarto d'ora. Al 35mo. Filippi, di testa, spedisce a lato da due passi. 37mo. Assist di Evangelisti per Buonaventura. Miracolo di Moreau. 38mo. Secondo giallo per Maracchi. Doccia anticipata. L' arbitro non vedeva l' ora, considerato che il giocatore doveva essere espulso nel primo tempo. 40mo. Ferri gira da pochi metri. Moreau c'è. 42mo. Buonaventura cicca vicino alla porta. Reazione Venezia al 44mo. Botta di Cabeccia. Ginestra respinge di pugno. Un minuto dopo altro miracolo di Moreau su Buonaventura. Minuto di recupero. Capolavoro dell' arbitro. Prima espelle Filippi per fallo da tergo. Poi scodella la palla. Spalti attoniti. Si è saputo poi che il giocatore del Venezia aveva detto al direttore di gara che Filippi non l' aveva neppure sfiorato. Clamoroso. Infine Oggiano, al quarto minuto di recupero, butta al vento il 2-2 con un diagonale più facile da insaccare che mettere fuori. Da strapparsi i capelli. Alla fine comunque applausi dei tifosi alla squadra di casa.

Piero Arcide