Logo San Marino RTV

Gubbio: rimontato l'eurogol di Loviso

3 ott 2016
Il gol di LovisoGubbio: rimontato l'eurogol di Loviso
Gubbio: rimontato l'eurogol di Loviso - AlbinoLeffe in vantaggio dopo 13 secondi con la meraviglia dell'ex, inutile ai fini di un risultato...
All'Atleti Azzurri d'Italia è bene arrivare per tempo, quando Massimo Loviso è in serata di grazia, perché per nulla intimorito dal confronto col suo recente passato, l'ex centrocampista – tra le altre – di Bologna e Parma, impiega appena 13 secondi per bucare la rete di Volpe, che certo non poteva aspettarsi una battuta da oltre 50 metri del bolognese nativo di Bentivoglio, ma non può comunque ritenersi esente da colpe, perché quando si è puniti da quella distanza, un minimo di complicità c'è sempre. Per Loviso non è che l'ultima perla sfornata nel corso di una carriera non all'altezza del talento a disposizione.

Incassato il colpo, gli eugubini prendono in mano le redini dell'incontro rendendosi pericolosi con Valagussa dalla distanza e sull'asse Zanchi-Candellone al 26', ma la punta di Magi non trova la palla.

Gli umbri sono padroni del campo e alla mezzora il pareggio sembra cosa fatta, ma il terzo tempo di Candellone non tiene conto della replica di Coser, poi è decisivo Magli nel tutto per tutto su Ferretti.

Il portiere dell'AlbinoLeffe bissa sul destro di Casiraghi che poi centra in pieno Cortellini: invocano il penalty a gran voce quelli di Magi, ma il numero 10 pare proteggere il volto, tra l'altro con scarsi risultati.

Il pareggio è nell'area, ma gli eugubini sprecano anche quando l'assist è avversario: il tentato suicidio di Giorgione non trova in Candellone il risolutore e negli spogliatoi si rientra sull'1-0 AlbinoLeffe.

Nell'avvio di ripresa c'è sempre tantissimo Gubbio e grossi errori sotto porta per quelli di Magi, tanti che la porta di Coser pare stregata. E allora forse la partita gira nelle due occasioni mancate dall'AlbinoLeffe per chiuderla: Mastroianni prima e Virdis poi non riescono a superare Volpe e gli umbri organizzano la rimonta.

A riprendere i bergamaschi, sull'ennesimo regalo di Giorgione, è Paolo Valagussa che questo proprio non lo può sbagliare.

Gli uomini di Alvini si squagliano e cinque minuti dopo il Gubbio piazza l'uno-due vincente. Dal corner è il colpo di testa di Rinaldi a dare i tre punti e il terzo posto agli eugubini, un vero portento in trasferta. La prossima col Forlì – al Barbetti – è l'occasione più ghiotta per capitalizzare il buon lavoro fuori regione.

LP