Logo San Marino RTV

Il Rimini è salvo, Vecomp Verona battuta 2-0

I gol di Buonaventura e Alimi permettono ai biancorossi di ribaltare l'1-0 dell'andata: retrocedono i veneti.

di Riccardo Marchetti
26 mag 2019
Il Rimini è salvo, Vecomp Verona battuta 2-0
Il Rimini è salvo, Vecomp Verona battuta 2-0

Per restare in C, il Rimini s'affida a chi in C ce l'ha portato e alla fine può far festa. C'è l'obbligo di vittoria e vittoria è, col 2-0 che ribalta il ko di misura dell'andata e manda in Serie D la Vecomp Verona. E il la lo dà il bomber dei tempi andati, quel Buonaventura a lungo in naftalina ma che Petrone vuole di nuovo titolare. Mossa vincente, perché al 9°, sul servizio da destra di Bandini, eccolo anticipare in spaccata Rossi: Giacomel non è perfetto, la palla è nel sacco e per il fu cannoniere arriva il riscatto di una stagione difficile, nella quale, sin qui, era solo a quota 2.

Prima c'era stata la punizione di Candido inzuccata a lato da Alimi, dopo c'è la reazione della Vecomp con gli spunti di Ferrara, al quale però manca sempre qualcosa: discesa in area chiusa con uno sconclusionato assist per Danti, poi velleitario tiro dal limite comodo comodo per Scotti. Di nuovo Rimini con l'imbeccata di Alimi per Candido, la cui conclusione sbatte sul piede di Giacomel. Si torna quindi ai ruoli originali e stavolta fila tutto liscio: angolo di Candido, inzuccata di Alimi e sono due.

Di per sé una mezza assicurazione, che Fresco prova a far saltare inserendo Grandolfo per il difensore Lavagnoli. Il centravanti fa da boa per Danti, che entra in area e poi spara in cielo. Quindi scambio rapido tra Trainotti, Danti e Ferrara, che chiama Scotti all'uscita e mette in mezzo: qui Grandolfo assiste ancora Danti, il cui rigore in movimento, anziché riaprire la partita, sorvola la traversa. Di fatto, è la resa. Il Rimini ha pure due occasioni per chiuderla con Guiebre: Giacomel esce e lo anticipa col piede, mentre quando Bandini lo trova in area è Giorico a rimpallarlo. Nel recupero altra sponda di Grandolfo per la conclusione dal limite di Ferrara, Scotti blinda la C bloccando in due tempi. C'è tempo anche per la cavalcata solitaria di Volpe, che se lo divora allargandosi troppo sull'uscita di Giacomel. Ma poco importa: i travagli sono finiti, il Rimini è salvo e per Petrone la missione è compiuta.