Il San Marino punta l'Eccellenza, il Pavia passa 1-0

La salvezza diretta è praticamente sfumata per i biancazzurri, che ora, per accedere ai playout, dovrebbero passare dallo spareggio col Classe.

14 apr 2019
SRV_SAN_MARINO-PAVIA_14042019 - La salvezza diretta è praticamente sfumata per i biancazzurri, che ora, per accedere ai playout, dov...

Le residue speranze di salvezza diretta del San Marino si sgretolano nell’ultima, vera occasione per dare un segno di vita che, come sempre, non arriva. O meglio che arriva dal Pavia, che con lo 0-1 ritrova un gol atteso 7 turni e un successo che non trovava dal 18 novembre. I lombardi fanno ciao e staccano un San Marino sull’orlo del baratro, raggiunto dal Classe e, a oggi, condannato allo spareggio per evitare di andare in Eccellenza senza passare dal playout.

Playout ormai unica ancora cui aggrapparsi, perché nel frattempo la prima delle salve, il Mezzolara, è a +6. E di fatto irraggiungibile, visto che mancano tre gare e il San Marino non sa vincere dalla penultima di andata, né dà l’impressione di essere in grado di provarci. Tiri in porta non ce ne sono e gli unici pericoli sono mera intenzione. Come al 21°, quando Santoni combina con Pasquini e va in cerca della testa di Gasperi, anticipato dall’attento Vernocchi. Poi si materializza l’altro problema cronico, quello del portiere. Il bisogno di under spinge Cotroneo a confermare Pozzi, al solito tendente a Babbo Natale. Nel primo tempo Maiorano si vede regalare il pallone, lo difende con decisione e permette a Franchini di assistere Balla, libero ma incapace di piazzarla.

Copione simile in avvio di una ripresa che vede il San Marino propositivo a sinistra, dove però gli scambi Marconi-Santoni sono senza sbocco. E puntuale arriva il solito errore di Pozzi, che sul retropassaggio di Guarino sfodera un rinvio moscio e centrale. Buono ancora per Maiorano che tra un rimpallo e una sterzata riesce a passare in mezzo a tre a toccarla per Franchini, impeccabile nello stoccare per il suo 9° gol. E i lisci di Evaristi e Cola gli forniscono anche la fuga da doppietta, stavolta però Guarino lo recupera e, dice l'arbitro, lo fa senza fallo. Intanto il Pavia si barrica e Cotroneo inserisce tutti gli offensivi che ha, trovando solo un corner di De Cristofaro sul quale De Toni esce ad anticipare Guarino. Al 94° scaduto c’è un ultimo mischione senza gloria, dopodiché l’arbitro la chiude: il Pavia s’abbraccia e ritorna a sognare, il San Marino se ne va mesto negli spogliatoi con un’ordinata ritirata a orecchie basse perfetta per descrivere lo stato dell’arte.

Riccardo Marchetti



Video Gallery