Logo San Marino RTV

Juve-Torino, Braschi assolve Rizzoli: "Era rigore soltanto in televisione"

24 feb 2014
Juve-Torino, Braschi assolve Rizzoli: "Era rigore soltanto in televisione"
Juve-Torino, Braschi assolve Rizzoli: "Era rigore soltanto in televisione"
Il designatore arbitrale Stefano Braschi difende a spada tratta l'operato di Nicola Rizzoli dopo il rigore non concesso durante il derby della Mole: “In campo non si poteva vedere, lo stesso Ventura se n'è accorto soltanto dalle riprese a fine gara. Si è visto che era rigore solo da un'immagine di una telecamera”.
Rizzoli ha sbagliato, ma Braschi non se la sente di condannare il direttore di gara per il fallo di Pirlo su El Kaddouri: “L'arbitro era ben messo in campo”.
Si torna così a parlare – e sparlare – sulla moviola in campo. “La tv può aiutare solo in occasione del gol-non gol oppure quando un fallo è commesso fuori o dentro area - precisano Nicchi e Braschi -. Poi, sul campo, in tutte le altre occasioni, decide l'arbitro. Che certe situazioni non le può vedere”. “Vogliamo che il calcio sia degli uomini o della tv?”, si chiedono polemicamente i vertici arbitrali. Il dibattito è aperto, ma cui prodest?

Proprio oggi, sul "caso" è intervenuto anche il Presidente del Torino Urbano Cairo: ''In genere non commento gli arbitraggi, ma gli errori di Rizzoli sono evidenti: noi del Toro nel derby ieri siamo stati penalizzati''. La sua amarezza, sebbene espressa con toni pacati, arriva netta via telefono all'Ansa: ''Peccato: lui è un arbitro internazionale, forse non era in giornata...'', aggiunge il presidente granata.

FM