Logo San Marino RTV

Lampo allo scadere di Maiorino e la Feralpi passa a Fano

Finisce 1-2, i granata dominano il secondo tempo ma cadono su una meraviglia dell'attaccante ospite.

di Riccardo Marchetti
9 feb 2020

Il Fano crea occasioni, la FeralpiSalò prende i punti. Due dei quali messi in saccoccia in apertura di recupero, quando Maiorino pennella dal limite l'1-2 che dà continuità alle strisce aperte di entrambe le squadre: terzo ko in fila per i marchigiani e terza vittoria di fila per i gardesani, 2 punti contro 13 nelle ultime cinque gare.

A 5' dalla fine del primo tempo l'unica vera occasione sta in una punizione di Ceccarelli che Baldini devia verso Altobelli, pessimo nel sciupare l'assist del 10 avversario. Sin lì dunque poco spettacolo, d'un tratto invece la sfida s'accende. Ancora Ceccarelli sfrutta un rimpallo su Amadio e lancia a sinistra, Ricciardi buca l'intercetto e permette a Eguelfi di imbucare per Altobelli, dimenticato dal resto della difesa e libero di mandare a terra Viscovo col controllo e segnare a porta aperta. Qui il Fano può recriminare solo con se stesso, viceversa ha ben donde di protestare quando Eguelfi devia col braccio, in area, su scodellata di Carpani: per l'arbitro non c'è niente e dopo la girata alta di Marino i granata s'infuriano, invano. Il parziale risarcimento del danno arriva a tempo scaduto: punizione di Baldini e stavolta è di Scarsella il tocco di testa autolesionista, Barbuti calcia al volo a fil di palo ed è pari.

E per l'attaccante potrebbe pure essere doppietta quando Ricciardi ne pesca l'incornata, alzata sopra la traversa dal riflesso di De Lucia. Adesso il Fano spinge: punizione di Baldini, colpo di testa di Zigrossi e respinta di Rinaldi, sugli sviluppi Barbuti carica da fuori e manda fuori di poco. 3' dopo, stessa storia: corner di Baldini, la difesa spazza e Barbuti al volo dalla distanza, qui De Lucia sforna un vero capolavoro. E sempre da azione d'angolo arriva pure il sorpasso di Tassi, sul quale però l'arbitro ravvisa una spinta su Scarsella e annulla, strozzando col giallo l'esultanza a petto seminudo del granata.

Feralpi non pervenuta finché, allo scoccare del recupero, Scarsella mette sulla mezzaluna per il liberissimo Maiorino che va di prima intenzione e s'inventa la cannonata sotto l'incrocio che vale la vittoria. E sul finire Pesce libera a destra Baldassin per quello che sarebbe il tris, non ci fosse il palo a negare l'ulteriore beffa al Fano.