Logo San Marino RTV

Lega Pro: il giorno dei verdetti

9 mag 2015
Lega Pro: il giorno dei verdettiLega Pro, il giorno dei verdetti
Lega Pro, il giorno dei verdetti - Le romagnole sono tutte immischiate, tutte e tre con il fiato sospeso per gli ultimi decisivi 90 min...
Le romagnole sono tutte immischiate, tutte e tre con il fiato sospeso per gli ultimi decisivi 90 minuti. C'è un comun denominatore: tutte e tre scenderanno in campo alle 14.30 con formazioni distratte per raggiunti obiettivi. Partiamo da chi sta meglio: il Santarcangelo di Agatino Cuttone. Al Mazzola arriva il Pontedera di Indiani che proviene da due sconfitte consecutive. Tre, non le ha mai perse in campionato, questo l'unico problema per i gialloblu che potrebbero trovarsi di fronte una squadra,che dopo un campionato straordinario, non vuole chiudere in sordina. Con una vittoria del Santarcangelo nessuna calcolatrice, gialloblu in vacanza già da stasera. Il pareggio potrebbe anche bastare ma poi occorrerebbe guardare cosa fanno le altre. Il Forlì ospita il Pisa. Una possibile vittoria spingerebbe i galetti a quota 43. L'unica possibilità di evitare i play out è vincere e sperare che una tra Santarcangelo e Prato, stecchi. La matematica certezza degli spareggi per restare in categoria si materializzarebbe da subito in caso i bianco/rossi non centrassero la vittoria con i neroazzurri già con la testa al mercato. Il San Marino è praticamente spacciato. Devono succedere cose impensabili per agganciare i play out al fotofinish. Una concomitante vittoria dei Titani a Pontedera con il Tuttocuoio e sconfitta in casa della Pro Piacenza con l'ormai salvissima Lucchese è davvero un'ipotesi fantasiosa. Fa bene d'Adderio a tenere tutti sulla corda ma al 99,99% il San Marino è nei dilettanti. Difficile però pensare a cinque sconfitte consecutive per la squadra di Galderisi ecco perchè un punto sta bene sia alla Pro Piacenza che ai Toscani. E quel punto condannerebbe il San Marino dopo 16 anni in serie D

Lorenzo Giardi