Logo San Marino RTV

MLS, New York gioie e dolori: City pareggia a Dallas, Red Bulls ko con LA

16 mag 2017
MLS, New York gioie e dolori: City pareggia a Dallas, Red Bulls ko con LA
MLS, New York gioie e dolori: City pareggia a Dallas, Red Bulls ko con LA - In Texas i Citizens soffrono ma strappano un 1-1 ai leader dell'Ovest, mentre i Tori cadono in casa...
A Dallas non basta dominare in lungo e in largo per avere la meglio sul New York City, che gli impone 1-1 e secondo pareggio casalingo di fila. Una girata a lato di Villa è tutto ciò che i Citizens producono nel primo tempo, e sul cambio di fronte cambia pure il risultato: Barrios manda in bambola Callens e mette al limite, Urruti la tocca di prima per Acosta e il vantaggio è servito. In avvio di ripresa ancora Barrios sbaglia un facile stop su lancio di Gruezo ma recupera appoggiando per il destro di Urruti, deviato sulla traversa da Johnson. Ed è legno orizzontale anche dall'altra parte con la punizione dal limite di Villa, qui però c'è il tap in di testa di McNamara e New York la impatta. Dallas reagisce subito e, dopo l'ennesima sgroppata a destra, Barrios smarca Colmàn davanti a Johnson, miracoloso nel respingerne in angolo il tiro a botta sicura.

La seconda prodezza del portiere vale un punto a entrambe, così Dallas si porta in testa a Ovest – con Houston e Kansas City - e il City stacca gli altri newyorkesi, i Red Bulls, travolti 3-1 in casa dai Los Angeles Galaxy e al terzo ko consecutivo. Una gara decisa già in avvio dalla doppietta di Alessandrini, arrivata tra 8° e 9°: il primo gol è da dividere con Van Damme, che si fionda sulla sua punizione senza però toccare il pallone, ingannando Robles. Il secondo invece è a metà proprio col portiere dei Tori, del tutto inefficace nel respingergli un mancino ravvicinato ma centrale. L'opera è completa al 78°, quando il francese si procura un rigore che Dos Santos trasforma nel tris. I Galaxy tornano a vincere dopo cinque partite e allora poco importa se, nel recupero, Rowe si tuffa sul passaggio di Lawrence per Guldbrandsen ma cicca del tutto il pallone, spalancando la porta alla spaccata di Royer.

RM