Logo San Marino RTV

MLS, NY Red Bulls pareggiano con DC e cedono la vetta ad Atlanta

18 set 2018
MLSMLS, NY Red Bulls pareggiano con DC e cedono la vetta ad Atlanta
MLS, NY Red Bulls pareggiano con DC e cedono la vetta ad Atlanta - Ai tori non basta la tripletta di Wright-Phillips, che per tre volte impatta la fuga dei capitolini...
Per tre volte il DC United allunga e per tre volte Wright-Phillips lo riprende, così i New York Red Bulls lasciano la capitale con un punto in tasca. Un punto come lo svantaggio dei tori in lattina nei confronti dell'Atlanta United, che grazie al 3-3 in questione controsorpassa ed è la nuova capolista di Major.

La detronizzazione dei Red Bulls comincia quando Acosta s'accorge del buco creatosi tra Parker e Adams, ci s'infila e allarga per Arriola, nel frattempo scappato a Lawrence: destro incrociato e gara sbloccata. Male la difesa ospite e male pure Hamid: paperaccia sul lancio di Romero incocciato da Parker, Wright-Phillips è lì e s'accartoccia per una rovesciata a mezza altezza, scusandosi pure con Rzatkowski per il quasi calcio in testa.

Una perla inglese tira l'altra, così nella stessa porta, ma nella ripresa, bussa anche Wayne Rooney: cross da destra di Fisher, piatto mancino al volo del fu Red Devil e DC di nuovo avanti. L'asse con Fisher si ripropone quando Acosta manda a spasso Lawrence e Muyl con un gioco di prestigio, stavolta però Wayne colpisce sporco e trova la traversa a negargli la doppietta.

Doppietta inglese che arriva comunque, ma che è, in tutti i sensi, d'un altro colore, ossia di Wright-Phillips: servito da Murillo, eccolo sferrare un destro lento ma letale, che sorprende Hamid passando in mezzo ai piedi di Fisher. Rooney prova a rispondere quando Acosta lo lancia davanti a Robles, il portiere però ne intercetta il tiro e il suo tentativo di assist per Arriola viene stroncato dal recupero a tutto gas di Long.

E allora la freccia la mette il migliore in campo del DC, Acosta: il triangolo con Asad gli permette di aggirare Ivan e Murillo, con quest'ultimo che lo osserva pigramente arrivare a un centimetro da Robles e batterlo di scavetto. Con questo gol lo United sarebbe a -2 da Montreal e di conseguenza dalla zona playoff, tra l'altro con una gara in meno e dunque virtualmente dentro. Un quadretto perfetto ma che sfuma al 90°: Muyl stoppa alla perfezione il campanile di Long, salta Fisher e serve a Wright-Phillips la girata volante che vale tripletta e definitivo pareggio.

RM