Logo San Marino RTV

Mondiali Femminili, sul podio ci va la Svezia

Le scandinave superano l'Inghilterra nella "finalina" di Nizza. Decisive Asllani e Jakobsson, alle Leonesse non basta Kirby.

di Alessandro Ciacci
7 lug 2019
@corrieredellosport.it
@corrieredellosport.it

E' la sfida tra deluse a Nizza: l'Inghilterra per bissare il terzo posto del 2015, la Svezia per chiudere al meglio il proprio mondiale da outsider. Succede praticamente tutto nel primo tempo nella "finalina" terzo/quarto posto dell'Allianz Riviera. Undicesimo minuto: Rolfo mette dentro, Greenwood regala un assist involontario ad Asslani e batte Telford che tocca ma non basta. Poi sale in cattedra Jakobsson: la 10 raccoglie il lancio dalle retrovie, si invola e ci prova con il mancino. Questa volta Telford ci mette la manona e il palo la aiuta. All'attaccante del Montpellier va meglio qualche istante dopo e dall'altra parte dell'area: destro a giro stupendo, sfera che muore all'angolino opposto per il 2-0 Svezia che chiude virtualmente il match. Virtualmente, però, perchè l'Inghilterra non molla e la accorcia subito con un gol quasi fotocopia di Kirby che converge al centro e supera Lindahl con un sinistro chirurgico. La reazione delle Leonesse arriva e la rimonta è quasi completata 120 secondi più tardi. White mette giù il pallone ed incrocia. Sarebbe il suo settimo centro in questo Mondiale francese ma il VAR lo annulla per un controllo con il braccio dell'inglese.

E così l'ultima speranza per allungare il match all' extratime capita, nella ripresa, sul destro al volo di Bronze ma dove non ci arriva Lindhal, ci arriva Fischer che si immola e salva le scandinave. Grande soddisfazione per le ragazze del CT Gerhardsson, dopo il 1991 ed il 2011 arriva un altro terzo posto per la Svezia, sempre più protagonista del calcio rosa.