Logo San Marino RTV

Mondiali Femminili: USA prima finalista, 2-1 all'Inghilterra

3 lug 2019
Foto @sportmediaset
Foto @sportmediaset

Da Lione a Lione. Gli Stati Uniti staccano il pass per la finale del Mondiale Femminile proprio al Parc OL, nella città per eccellenza del calcio rosa. Di fronte un'Inghilterra che, anche in questa semifinale, ha dimostrato la propria forza ma questa volta non è bastata. Alle statunitensi manca la stella Megan Rapinoe per un problema muscolare ma il vantaggio è sempre a marca stelle e strisce: traversone di O'Hara sul secondo palo e stacco vincente di Cristen Press. Sono passati solo 10 minuti. I ritmi nel primo tempo sono altissimi e l'Inghilterra reagisce subito. Mead la mette dentro e arriva la deviazione al volo di Ellen White. Palla che tocca il palo e finisce dentro per il sesto centro della inglese, capocannoniere del Mondiale. Nessuno, però, ha ancora fatto i conti con Alex Morgan, la giocatrice più pagata (e forse più forte) del mondo femminile. Ancora un cross, questa volta di Horan, e ancora un colpo di testa della 13 che raggiunge proprio la White in cima al trono del gol a quota 6. La ripresa è griffata Tre Leonesse. Ellen White trova il gol del 2-2 al 67', il VAR e il direttore di gara Batista lo cancellano per un fuorigioco millimetrico. Però quello che la tecnologia toglie lo ridà alle inglesi ai -5 dalla fine. Contatto dubbio in area tra Sauerbrunn e White, Batista torna al VAR e assegna il calcio di rigore. Stephanie Houghton sbaglia dagli 11 metri e Naeher diventa l'eroina di giornata. Nel finale Bright viene espulsa per doppia ammonizione. Pronostici rispettati, gli Stati Uniti tornano all'ultimo atto per giocarsi quello che sarebbe il quarto titolo della loro storia.