Logo San Marino RTV

Mondiali U17: Ecuador agli ottavi, Australia e Nuova Zelanda vincono e sperano

Eliminati Ungheria e Canada, Brasile prime nel Gruppo A.

di Riccardo Marchetti
2 nov 2019

L'Ecuador si assicura il secondo posto nel Gruppo B – e dunque gli ottavi – battendo 3-2 l'Ungheria, viceversa ultima ed eliminata. Magiari avanti su un errore di Angulo: Molnar lascia sfilare, Nemeth arriva a cannone e scarica in gol con l'aiuto della traversa. Di là è Balogh a incartarsi sull'imbucata di Pluas, Mina ringrazia e mette a rimorchio per il pari di Vite, che al giro dopo riceve da Valencia, si gira e mette al limite per il rasoterra del sorpasso di Mercado. Ancora Nemeth impatta beffando l'immobile difesa sudamericana su un corner di Kosznovszky spizzato da Horvath, ma infine è proprio Horvath a respingere corto e a servire Mina per la stoccata che vale gli ottavi all'Ecuador. In tutto ciò, il VAR toglie un rigore a testa: nel primo caso niente fallo di Hegyi su Mercado, nel secondo invece la spinta di Chavez su Ominger era decisamente da penalty.

Qualificazione vicina anche per l'Australia, che superando 2-1 una Nigeria già prima è quasi sicura di rientrare tra le migliori terze. Spunto a sinistra di Hammond e tap in a porta sguarnita di Botic, che nella ripresa viene mandato sul dischetto dal fallo di Ibrahim su Watts: doppietta e 4° centro per il nuovo capocannoniere del torneo. Nel mezzo Olawale aveva pareggiato con una perfetta incrociata in angolo su assist di Amoo, che nel finale si vede negare il 2-2 dal salvataggio sulla riga di Powell.

Nel Gruppo A il Brasile si prende il primo posto vincendo 2-0 la sfida tra capolista con l'Angola, pericolosa con il palo colpito da David e con l'avanzata di Zito, che svernicia Henri ma poi spara sull'esterno. Quindi i gol verdeoro: angolo di Diego, schiacciata di testa di Henri e tocco sottoporta di Talles Magno, mentre il raddoppio è una perla di Veron che recupera palla a centrocampo, passa in mezzo a quattro avversari e infila a rete.

Brasile e Angola avanti insieme, mentre la Nuova Zelanda conserva la speranza battendo – ed eliminando – il Canada: l'1-0 è firmato da Garbett con una botta da lontano deviata da Priso. Ed è blindato dal portiere Paulsen, che salva ripetutamente i suoi respingendo Nelson, Habibullah e Rea. Nelson che siglerebbe anche il pari, annullato col VAR per un fuorigioco a inizio azione.