Logo San Marino RTV

Mondiali U17, Italia ko col Paraguay e seconda nel girone: ora l'Ecuador

Gli azzurrini fanno turnover e cedono il primato ai biancorossi, che s'impongono 2-1. Avanti anche Messico, Olanda, Spagna e Argentina.

di Riccardo Marchetti
4 nov 2019

A metà tra la voglia di primato e il bisogno di tirare il fiato, Nunziata sceglie di panchinare 9 titolari e l'Italia cede partita e vetta al Paraguay: azzurrini ko 2-1 e declassati ma non beffati, visto che agli ottavi avranno l'Ecuador e lasceranno l'Argentina ai biancorossi. Pirola – unico confermato insieme a Panada – la sblocca al 3° su una punizione di Oristanio, sfuggendo a Ortiz e battendo di testa il non perfetto Gonzalez. Pure la difesa italiana non è perfetta, così il Paraguay la ribalta: sulla spizzata di Quiñonoz, Lopez è più reattivo di Moretti e imbuca per il pari in libertà di Diego Duarte, nella ripresa invece Quiñonoz fa la torre su angolo di Peralta e riesce a sorprendere Rinaldi, ingannato dal tentativo di intervento di Diego Duarte e Acosta.

Sempre nel Gruppo F avanza anche il Messico, che rientra tra le migliori terze grazie all'8-0 sulle Isole Salomone. La goleada si compone delle doppiette di Alvarez, Gomez – con paperissima di Malam - e Luna e dalle reti di Puente e Avila, quest'ultimo entrato in tabellino grazie al VAR. La definizione delle terze promosse va a sistemare il mosaico degli ottavi, che sin qui avevano Corea del Sud-Angola come unica certezza: per il Messico c'è il Giappone, mentre l'Olanda – promossa in nottata in virtù dei risultati altrui – si becca la Nigeria. Le altre due terze che avanzano sono il Cile, che s'accoppia col Brasile, e l'Australia, attesa dalla Francia.

La differenza reti invece boccia sia la Nuova Zelanda che il Tagikistan, che dopo l'esordio con vittoria incappa in un bis di ko cedendo 3-1 all'Argentina. Il cross di Velasco sorprende la difesa asiatica e viene inzuccato in rete da Orozco, che poi viene chiamato alla doppietta da due passi su uno spunto di Godoy, lanciato ancora da Velasco. Il rigore di Rustam restituisce la speranza al Tagikistan, speranza sfumata quando, a ridosso del recupero, la magia in ruleta di Palacios pesca in area Godoy che si libera di Shahrom e chiude i giochi. Argentina seconda – anche qui per differenza reti – dietro la Spagna, che se la vedrà col Senegal. Gli iberici salutano il girone col 2-0 sul Camerun: Gonzalez imbecca il diagonale del vantaggio di Escobar, poi riceve il tacco di Navarro e mette sulla mezzaluna per il destro del raddoppio di Ilaix.