Logo San Marino RTV

Inghilterra di rigore, Kane e Pickford le danno i quarti: Colombia ko dal dischetto

4 lug 2018
Kane e Rodriguez
Kane e Rodriguez
Nella partita forse più nervosa di questo Mondiale risulta decisivo il rigore dell'Inghilterra. Che sfata il tabù dei tiri dal dischetto piegando la Colombia nella lotteria più crudele del calcio, alla quale si arriva dopo l'1-1 del 120°. Decisiva la parata a mano aperta di Pickford su Bacca, che permette a Dier di consegnare ai Tre Leoni i quarti dei Mondiali con la Svezia, a 12 anni dall'ultima volta.

Rigore che, per l'Inghilterra, fa rima con gioia anche nei regolamentari, grazie a una follia di Carlos Sanchez: il difensore abbraccia Kane fin quasi a mettercisi a cavalcioni, stendendolo sotto gli occhi dell'arbitro. Inevitabile il rigore e inevitabile la battuta del capocannoniere del torneo, che calcia centralmente per il suo 6° gol - il 3° dal dischetto - a Russia 2018: eguagliato il record inglese di Lineker, top scorer di Messico '86 proprio a quota 6.

È il 57° e sin lì, eccezion fatta per una punizione appena a lato di Trippier, si sono viste più risse che occasioni da gol. Poi, finalmente, esce anche un po' di calcio. Alli potrebbe raddoppiare su cross di Trippier ma non inquadra la capocciata ed espone i suoi all'arrembaggio dei Cafeteros, sin lì inesistenti o quasi.

Peckerman, che non può contare sull'infortunato James Rodriguez - vara il poker d'attacco: davanti ci sono Muriel, Bacca, Falcao e Cuadrado, con Uribe e Barrios a far da frangiflutti nel 4-2-4. Modulo sbilanciato ma efficace, perché è la Colombia a fare il gioco: Bacca recupera sulla trequarti e mette Cuadrado nelle condizioni di colpire, lo juventino però spara alto. Un paio di infruttuosi tentativi di Falcao e poi, al 92°, la botta di Uribe spinta in angolo da Pickford. A saltare va tutta la Colombia, Ospina compreso, ma a risolverla è il solito Mina: colpo di testa a schiacciare sulla battuta di Cuadrado, Trippier è appostato sul palo ma riesce solo a sfiorare il pallone, che s'insacca sotto la traversa. Per il difensore è il terzo gol consecutivo: nessuno, nella storia della sua nazionale, ci era mai riuscito in un Mondiale.

I 30' di supplementari sono equamente divisi. I primi 15' sono colombiani, con Bacca, Mina e Falcao che cercano, invano, l'inzuccata decisiva. Gli altri li comanda l'Inghilterra: Rose scatta su tocco di Henderson e incrocia a qualche ciuffo d'erba dal palo, Dier invece svetta indisturbato su angolo di Trippier mancando completamente il bersaglio.

Però non succede niente e si va ai rigori, dove i primi 2 giri scorrono lisci: segnano Falcao e Cuadrado, così come Kane e Rashford. Muriel imita i predecessori, poi due errori: Ospina intercetta il tiro di Henderson, Uribe invece centra la traversa. Trippier è impeccabile ed è 3-3, rendendo decisiva l'ultima tornata. E qui la scena va a Pickford, che intercetta Bacca a mano aperta. Manca solo Dier, il cui rasoterra manda l'Inghilterra ai quarti.