Logo San Marino RTV

Lega Pro: pareggi a Fano e Mantova

24 apr 2017
Pareggi a Fano e MantovaPareggi a Fano e Mantova
Pareggi a Fano e Mantova - Punti in trasferta per Modena e Lumezzane
A Fano esce il pari che cercava il Modena. Capuano vede la salvezza da vicino e sarebbe l'ennesimo impresa di un allenatore che sa esaltarsi nelle difficoltà. Meglio addirittura i suoi in un primo tempo bloccato e avaro di emozioni. Giorico da fuori, il tiro è alto. Brivido numero 2 in area del Fano, il cross è minacciosamente vicino alla porta senza incrociare il tocco decisivo di alcuno. Poco altro da salvare nel corso di un tempo nel quale l'idea di non andar sotto prevale. Ripresa, il Fano prova a forzare. Gabbianelli in posizione di sparo, il suo sinistro viene disinnescato dalla punta delle dita di Manfredini proteso in tuffo. Il Fano sfonda e trova il gol che cambierebbe il mondo in chiave play out: Filippini ci arriva di testa, ma la partenza in fuorigioco non sfugge all'attento assistente. E quindi lo 0-0 non cambia e avvicina il Modena all'obiettivo primario.
Al Martelli il Lume spaventa il Mantova. Lo fa in apertura, quando Bacio Terracino sorprende la linea dei centrali e viene brasato da Tonti. E' il calcio di rigore che lo stesso attaccante napoletano trasforma. Comincia in salita per i padroni di casa, che ripartono immediatamente alla ricerca del pari. Caridi da terra alza troppo la mira. Mira che invece prende di giustezza Regoli. Che rientra sul sinistro e scarica un missile di quelli che fa malissimo. E' il gol dell'1-1. Adesso la partita si apre e le occasioni sono frequenti. Donnarumma rientra e calcia fuori, e poi a filo d'intervallo Tonti diventa eroe con un doppio miracolo sul solito Bacio Terracino e Arrigoni. Ripresa, Marchi prova la scavallata alla Hubner poi sbatte sul portiere Pasotti. Tutta la tecnica di Sodinha: il mago pancione si mette in proprio, come Guazzo subito dopo. Il vantaggio non arriva e anzi alla fine il Martelli trattiene il fiato su questo break di speziale. L'ultima cosa è un piazzato di Sodinha sul quale Tonti vola per la gioia dei fotografi e lo spessore di un punto.