Logo San Marino RTV

Petrone alla Ferguson, Grassi gli consegna il Rimini

Via dalla prima squadra il Direttore Sportivo Pietro Tamai, allontanato Adrian Ricchiuti che – dichiara – il Presidente “è un tesserato della Fiorita e al Rimini non aveva ruolo”. Grassi concede carta bianca a Petrone

27 mar 2019
Petrone alla Ferguson, Grassi gli consegna il Rimini

Petrone ha carta bianca, sarà lui a decidere con chi collaborare e con chi no”. Quella del Presidente Giorgio Grassi è una vera e propria investitura verso un tecnico che in questo finale di stagione sarà l'unico interlocutore. La squadra risponderà a lui, e lui risponderà alla società senza intermediari. Chiarezza, auto denuncia, analisi su quello che non ha funzionato,si è incentrata su questi temi la lunga e dibattuta conferenza stampa. Il numero 1 biancorosso, ha poi sterzato: “quello che abbiamo fatto fino a domenica sera è già il passato quello che conta è quello che accadrà da adesso in poi”. Il Presidente ha puntualizzato anche sul motivo per il quale non ha richiamato i tecnici a libro paga Righetti e Acori: “quando si sta male – sostiene- non si guarda al portafoglio. Se per lo specialista adatto servono altri investimenti è giusto farli, e credo che Petrone sia il medico giusto”. Il Presidente ha tenuto a ribadire che con Petrone non ha mai parlato di moduli ed ha voluto sradicarsi di dosso la fama di suggeritore tecnico: “io vedo solo giocatori che si muovono in campo, - ha aggiunto- il calcio per me è un'azienda non sono certo un esperto e non ho mai suggerito moduli o tattiche”. Il penultimo posto in classifica suggerisce, invece, una rivoluzione totale. Via Martini, via Tamai, via Ricchiuti. Petrone avrà Gian Luca Procopio come suo secondo. Sei giornate poco più di un mese, per salvare la categoria e per tuffarsi verso un futuro che prevede la nascita a Rimini della Città dello Sport con nuovi campi da calcio, ampliamento e valorizzazione del settore giovanile, un progetto a 360 gradi ecco perchè Mario Petrone ha accettato la sfida.

L.G