Logo San Marino RTV

Pinamonti gol e Plizzari super, Italia Under 20 ai quarti

Cucchiaio dell'interista e Polonia ko 1-0, ora una tra Argentina e Mali. La Colomba elimina la Nuova Zelanda ai rigori.

3 giu 2019
@twitterPinamonti gol e Plizzari super, Italia Under 20 vola
Pinamonti gol e Plizzari super, Italia Under 20 vola

Allunga, spreca e soffre tanto, ma come sempre non prende gol e procede. È la solita Italia U20 quella che regola 1-0 la Polonia e va ai quarti del Mondiale, dove troverà una tra Argentina e Mali. Zylla incrocia dal limite e manda fuori di poco, poi, al 37°, la punizione di Esposito viene prolungata da Frattesi e sbatte sul braccio di Steczyk. Rigore e Pinamonti sul dischetto, location dell'ennesimo cucchiaio vincente della storia azzurra. Padroni di casa in bambola e Italia che colleziona colpi di grazia, tutti a vuoto. A vuoto quello di Scamacca, che sul servizio d'esterno di Tripaldelli mette a sedere Walukiewicz, l'aggiusta e calcia alto. A vuoto quello di Pinamonti, bravo a spaccare in due il campo ma infine debole e strozzato nella conclusione. Siamo a inizio ripresa e da qui alla chiusura sarà assedio polacco quasi totale, così, ancora una volta, emerge l'ottimo Plizzari. Da lode l'uscita che lo porta alla respinta di piede su Zylla, liberatosi davanti a lui dopo un rimpallo. Meno disperato – ma comunque perfetto – il volo sul tiro da fuori di Skoras, che recupera palla su una disattenzione di Capone. È un suicidio di Puchacz invece a offrire il bis a Pinamonti, stavolta però il cucchiaio gli resta in canna e Majecki ha vita facile. Così tocca soffrire fino a 15” dalla fine, quando un campanile di Del Prato diventa assist per Steczyk: la girata da due passi varrebbe i supplementari, ma esce svirgolata e permette a Plizzari di mettere il sigillo. È la terza di fila senza prendere gol: ai quarti servirà di più, per ora però basta.

Ringrazia il dischetto anche la Colombia, impostasi ai rigori sulla Nuova Zelanda dopo un 1-1 chiuso già nel primo tempo. Punizione di Angulo e colpo di testa vincente di Reyes, che incrocia in anticipo su Pijnaker, e vantaggio cafetero. Segue il pari di Just, pescato solo in piena area dal servizio di Cacace. Poi tante chance non sfruttate su ambo i fronti e infine i rigori: Woud respinge Vera e Carbonero e sembra affossare la Colombia, che invece la ribalta grazie all'errore di Stensness e alle parate di Mier su Bell e Conroy, l'ultima delle quali vale il pass per i quarti.