Logo San Marino RTV

Serie C: Ravenna in orbita, Nocciolini stende il Renate

4 nov 2018
Ravenna-RenateRavenna in orbita, Nocciolini stende il Renate
Ravenna in orbita, Nocciolini stende il Renate - I giallorossi vincono dopo tre turni a vuoto e sono in piena zona playoff. Grande protagonista l'ex...
Per un Ravenna che non vince da tre partite la cura si chiama Renate, fanalino di coda e capace di appena un punto nelle ultime 7. Cura efficace, tra l'altro: 1-0 firmato Nocciolini e giallorossi sempre più solidi in zona playoff, con la vetta distante appena cinque lunghezze.

Viceversa, il pari dell'AlbinoLeffe vale l'ultimo posto in solitaria alle pantere, protagoniste di un avvio timidamente propositivo. Simonetti riceve al limite da Spagnoli e calcia alto, mentre Caccin sfrutta come peggio non potrebbe la mala respinta di Pellizzari. Mala anche l'uscita di Cincilla sul traversone di Galuppini, Nocciolini è appostato sul secondo palo ma manca di istinto-killer. La prima vera occasione arriva con lo scambio Venitucci-Simonetti che porta alla girata di Finocchio, Venturi è sul pezzo. Quindi Bresciani crossa ancora per Nocciolini, i centrali ospiti sono immobili e stavolta l'ex Parma non può proprio sbagliare.

Il ritorno al gol dopo tre gare a secco galvanizza l'attaccante, che ci riprova con una girata bella ma fuori misura e, con l'aiuto di qualche rimpallo, libera Galuppini,il cui tentativo di pallonetto è da censura. Ed è sempre Nocciolini a scappare verso la porta e a costringere Priola a un fallo che non può non portare al rosso. Della punizione che segue se ne occupa Galuppini, Cincilla respinge in tuffo. Parata replicata anche in avvio di ripresa, col tiro-cross di Eleuteri che non riesce a sorprenderlo.

È il 50°, da lì alla fine sarà quasi solo Renate, che il meglio lo dà subito dopo. Spagnoli riceve in area da Vannucci, difende magistralmente spalle alla porta e in no-look pesca il colpo di testa di Venitucci: Venturi respinge d'istinto ed Eleuteri impedisce il tap in a Finocchio. L'estremo è protagonista anche quando Venitucci batte dalla bandierina per l'inzuccata di Frabotta, che al giro dopo ispira la rovesciata appena fuori di Guglielmotti. La sfuriata, se così si può chiamare, finisce qui. Il Ravenna non rischia più e in chiusura butta via pure un contropiede da tre contro due con Magrassi, che anziché aprire ai lati s'incaponisce nel dribbling su Teso e calcia in bocca a Cincilla.

RM