Logo San Marino RTV

Ravenna e Rimini rompono il ghiaccio col derby di Coppa Italia di C

4 ago 2018
Ravenna e RiminiRavenna e Rimini rompono il ghiaccio col derby di Coppa Italia di C
Ravenna e Rimini rompono il ghiaccio col derby di Coppa Italia di C - I giallorossi sono presi dal mercato-attaccanti (Magrassi c'è, Ciurria sarà ufficiale a breve) i bia...
Si apre all'unisono la nuova stagione delle romagnole di Serie C, o almeno delle due sicure di esserci fin dall'inizio. Ravenna e Rimini l'una di fronte all'altra al Benelli per la prima partita del gironcino di Coppa Italia di categoria: e non poteva che essere così, visto che la terza squadra del lotto non ha ancora né nome né stemma, ma è indicata con una generica X. Ravenna-Rimini quest'estate fa rima con entusiasmo, essendo entrambe reduci da annate da incorniciare: i giallorossi hanno sfiorato i playoff da neopromossi, i biancorossi neopromossi lo sono adesso grazie a una Serie D vinta in scioltezza.

I padroni di casa arrivano al derby in un momento in cui tiene banco soprattutto il mercato, con un attacco in costruzione tra colpi annunciati e in via d'annuncio. Nella prima categoria rientra Andrea Magrassi, preso in prestito dall'Entella dopo un campionato da 18 reti in 32 partite col Matelica, valso la promozione in C a lui ma, clamorosamente, non ai marchigiani. Magrassi si è già allenato coi compagni e nella sfida di domani potrebbe anche trovare spazio, magari dalla panchina. Nella seconda invece si parla di Patrick Ciurria, ala con ampia esperienza in C reduce da una stagione poco felice a metà tra Sudtirol e Siena. Arriva però dal Pordenone, col quale ha giocato in Coppa Italia e firmato l'assist decisivo per l'1-0 sull'AlbinoLeffe. L'ufficialità è attesa per inizio settimana, dunque lui domani non sarà della partita.

Sul fronte Rimini invece la testa è divisa tra campo e infermeria. Mancheranno gli infortunati Ferrani e Buonaventura, e pure Cicarevic, che ha un problema alla caviglia, è più fuori che dentro. Per contro la squadra viene da un ottimo precampionato, nel quale si è tolta lo sfizio di battere 3-1 i romeni del Cluj, frequentatori fissi delle coppe europee. In quel caso il primo a segnare fu Andrea Venturini, il più atteso del derby di Coppa perché fresco fresco di cambio casacca. Un addio senza rancore quello tra lui e giallorossi, coi quali è legato da due grandi stagioni – promozione in C e salvezza in carrozza – vissute da pilastro, con
65 partite e una rete.

RM