Logo San Marino RTV

Rimini beffato al 95°, la Feralpi acciuffa il 2-2

I biancorossi sfiorano il colpaccio sul Garda, vanificato da Mauri.

di Riccardo Marchetti
1 set 2019

4 punti in due giornate con in mezzo una trasferta sul Garda, se nella tribolata estate del Rimini qualcuno l'avesse proposto su carta chiunque, al Neri, avrebbe firmato. Un sogno reso amaro solo per il modo in cui si realizza, con quel 2-2 in extremis a togliere la vetta ai biancorossi, sin qui sorpresa indiscussa del Girone B. Discorso inverso per la FeralpiSalò che lascia quota zero ma che sul campo si conferma ancora lontanissima dalle sue ambiziose intenzioni.

Primo spunto romagnolo al 21° con lo scambio tra Gerardi e Zamparo, l'intervento di Legati evita il triangolo e salva i gardesani. Poi nulla fino al 39°, quando Palma pennella dalla bandierina e Scappi s'inventa un tacco volante baciato dal palo, così il Rimini, come con l'Imolese, la sblocca d'autore. E vista la firma è d'autore pure il pari, che arriva dopo meno di 2': Contessa dalla fascia per Caracciolo che prende posizione su Ferrani e inzucca nel sacco in tuffo. L'Airone si mette in mostra anche come rifinitore sul suo servizio però Maiorino è in ritardo d'un niente.

Il riposo consente al Rimini di riordinare le idee, che poi sono le stesse che avevano fruttato in avvio. Palma fa doppietta di assist dalla bandierina imbeccando la testa di Ferrani, che si prende la rivincita sovrastando Caracciolo e per sfottò ne imita pure l'esultanza. La Feralpi risponde con la punizione di Ceccarelli, Magnino è ben appostato ma a tu per tu con Scotti manca clamorosamente il colpo letale. L'8 prova a rifarsi con un'incursione centrale, anche qui però la mira gli fa difetto.

Il Rimini va a un soffio dal chiuderla quando Palma va in verticale per Petrovic, che manda a spasso Giani ma, sul più bello, calcia addosso a De Lucia. E sembra comunque evitare la beffa, perché in avvio di recupero Scotti sfodera il miracolo sulla testata di Stanco, pescato dal traversone di Zambelli. Ma non basta: al 95° De Lucia va di punizione alla disperata verso l'area, dove Stanco fa sponda e regala a Mauri la girata che salva la Feralpi e cancella il colpaccio dei biancorossi, che comunque si confermano squadra vera e pronta a far faville.