Logo San Marino RTV

Al Rimini il derby romagnolo

6 ott 2013
Al Rimini il derby romagnolo
Al Rimini il derby romagnolo
Il Rimini vince in volata il derby mare-mare col Bellaria. Lo fa quando ormai nessuno ci credeva più. Cioè in pieno recupero, quando ormai il risultato in bianco era fissato negli occhi e nella mente di giocatori e tifosi. A decidere una conclusione deviata dal limite che ha messo fuori causa Caroppo. Esplode il Neri e il Rimini si pacifica col destino dopo la beffa monzese. Bello, avvincente il primo tempo. "Sgonfia" la ripresa. La cronaca. Rimini subito avanti. Al nono, su traversone da sinistra, Fall spara alto in girata dal disco del rigore. Due minuti dopo occasionissima biancorossa. Baldazzi mette al centro. Perini sente di che stoffa è fatta la maglia di Fall. Trattenuta evidente. Calcio di rigore e giallo per il difensore. Sul dischetto va lo stesso Fall che si fa ingannare da Caroppo e deviare il tiro in angolo. Da questo momento l' attaccante non sarà più lui. Al 19mo incertezza difensiva riminese. Kyeremateng spara in diagonale. Scotti respinge alla grande. Riprende il bellariese e Scotti replica in presa a terra. Minuto 33. Ancora un cross di Baldazzi. Nicastro colpisce di testa a botta sicura. Caroppo è impalato a centro porta ma la palla sfila a lato. La ripresa è sotto ritmo. Il Bellaria diventa tattico e il Rimini non inventa soluzioni. Al quarto d' ora Baldazzi colpisce di collo pieno. Alto. Le emozioni tutte negli ultimi minuti. Al 43mo Marco Brighi ha la palla buona ma Caroppo è in vena di miracoli. E' il prologo al gol. Baldazzi spara dal limite. Arzamendia, così pare, devia e per il portiere la frittata è fatta. Il numero 7 si fa tutto il campo dalla gioia. C'è ancora il tempo da segnalare una conclusione di Zanigni, parata a terra e l' espulsione di Jefferson per doppia ammonizione. Finisce tra gli applausi biancorossi e la delusione bellariese.

Piero Arcide

LE INTERVISTE