Logo San Marino RTV

Rimini: Pelliccioni firma un biennale

Mercoledi 18 al Fronte Mare la presentazione della nuova società. Per la panchina salgono le quotazioni di Massimo Morgia. Gaburro e Di Napoli altre alternative

di Lorenzo Giardi
19 lug 2020
Alfio Pelliccioni

Il Presidente Alfredo Rota e il Direttore Generale Antonello Sammarco a pranzo al battigia, il nuovo Direttore Sportivo Alfio Pelliccioni qualche bagnino più avanti ma sempre in zona. L'ex Monopoli e Cesena non ha girato troppo intorno al discorso andando dritto alla meta. Rimini, che sia C o D è un soluzione gradita a patto che ci sia un progetto almeno a medio termine. Medio termine significa biennale ed è quello che entro questa sera verrà firmato dalle parti. Non c'è più alcun dubbio, si ricompone la coppia che ha contribuito a fare grande il San Marino di Germano De Biagi, Pelliccioni – Sammarco. Ma il duo, potrebbe diventare un trio di ex biancoazzurri, perchè in pole position per la panchina del Rimini c'è Massimo Morgia. Non è il solo sotto osservazione ma è chiaro che Morgia ha sempre avuto un ottimo rapporto con Sammarco e questo è un indizio, l'altro è la stima che nutre Pelliccioni nei suoi confronti. Morgia non è il solo sorvegliato speciale: Marco Gaburro e Raffaele Di Napoli sono altri profili da tenere in considerazione per la panchina del Rimini. Mercoledi ore 18 al Frontemare la presentazione della nuova società, probabile sia quella la sede in cui verrà svelato il nome del nuovo tecnico. Saluta senza troppo rumore Giorgio Grassi. 4 anni tumultuosi trascorsi borderline tra prendere e lasciare. Quella di Grassi non passerà come una presidenza sottotraccia. 4 anni in cui non possiamo dire che sia scoppiato l'amore tra lui e la piazza di Rimini, ma un rispetto reciproco si. Giorgio, salendo i gradoni del Neri con il capellino ha provato a nascondersi tra la folla che non lo ha mai acclamato ma con lui il Rimini se non altro è tornato credibile. Due promozioni, una salvezza e una retrocessione d'ufficio in archivio. Adesso comincia una nuova era dove ci sono quasi tutti volti noti: Sammarco, Pelliccioni, Meluzzi. Rimini dal sapore vintage-retrò, e a questo punto nessuno si stupirebbe se rispuntasse il nome, sempre spendibile per Rimini, di Leo Acori