Logo San Marino RTV

Il Rimini soffre ma allunga: 2-1 al Lentigione, Imolese a -7

18 mar 2018
Rimini - Lentigione 2-1Il Rimini soffre ma allunga: 2-1 al Lentigione, Imolese a -7
Il Rimini soffre ma allunga: 2-1 al Lentigione, Imolese a -7 - Cicarevic e Buonaventura sembrano chiuderla, Roma la riapre e infine Scotti blinda il successo su Fe...
Questo Rimini non è mai sazio di complicazioni, così col Lentigione prima domina, poi rischia di buttar via una vittoria già sua e infine la spunta 2-1, grazie a una difesa in odor di santità. Un successo doppiamente prezioso, perché nel frattempo l'Imolese pareggia a Sansepolcro e scende a -7.

Al 4° la battuta dalla bandierina di Radoi non trova deviazioni e va a sbattere sul palo, il resto del primo tempo è un'ondata romagnola. Cross di Guiebre che Koliatko sporca verso Simoncelli, stop, mancino e gran guizzo di Borges, che alza in angolo. Guiebre ancora protagonista con un una cavalcata delle sue, che comincia non lontano dalla sua bandierina e finisce quasi dalla parte opposto, dove lo ferma il placcaggio di Sall. È punizione e Cicarevic calcia in porta, Borges è ancora sul pezzo. Poi anticipo di Petti su Radoi e apertura di Variola per Simoncelli, sul traversone che segue Cicarevic s'inserisce di testa e il vantaggio è servito.

Dopo aver diretto l'orchestra, Variola prova pure l'assolo dal limite, Borges non è perfetto ma Arlotti non sfrutta il rimbalzo e gli passa il pallone. Sempre Rimini, sempre sull'out di destra: Montanari dal fondo, Arlotti e Masini si disturbano a vicenda e Guiebre si divora il raddoppio con una pedata sconclusionata. Quindi combinazione Buonaventura-Simoncelli e conclusione defilata di Arlotti, Borges controlla bene il suo palo. Gli sforzi continui dei romagnoli vengono premiati dopo 1' di ripresa: Simoncelli - il migliore in campo – scatta sull'apertura di fioretto di Cicarevic, brucia in scioltezza Pandiani e mette in area, dove il liscio di Koliatko permette a Buonaventura di piazzarla nell'angolo basso. L'illusione di aver dato il ko dura 10', poi corner lungo di Radoi e colpo di testa di Sall dritto sul palo, Roma è in agguato e così, alla prima occasione, il Lentigione la riapre.

Viceversa, il Rimini sciupa di nuovo: un rimpallo su Arlotti smarca in area Cicarevic, Galuppo fa muro e ancora Arlotti si libera bene ma calcia malissimo. Un po' come Guiebre, qui però Simoncelli va di tacco per la bordata di Romagnoli, sulla quale Borges è monumentale. Evitato il tracollo il Lentigione carica forte e a salvare i tre punti è il quartetto di difesa. Brighi intercetta un cross di Radoi diretto a Pandiani, poi, quando ancora Radoi riesce a smarcare in area Ferrari ecco la ditta Scotti-Romagnoli a piazzare il miracolo. Infine Masini riceve da Pandiani e la mette sul secondo palo, Sarr dovrebbe solo spingerla dentro da due passi ma s'incarta,regalando al Rimini un successo che profuma tanto di Serie C.

RM