Logo San Marino RTV

Sampdoria: sequestro di beni per il Presidente Ferrero

29 nov 2018
Massimo Ferrero
Massimo Ferrero
"Drenare le risorse economiche della Sampdoria allo scopo di impiegarle, per motivi estranei alle finalità sociali", per finanziare produzione e distribuzione di film. E' quanto emerge dall'inchiesta della Procura di Roma che ha portato al sequestro, su disposizione del gip, di beni per circa 2,6 milioni di euro nei confronti del patron del club blucerchiato Massimo Ferrero. Il provvedimento, eseguito dagli uomini della Guardia di Finanza, è scattato anche nei confronti della Sampdoria, per un importo di circa 200mila euro, e per un immobile di pregio a Firenze che sarebbe stato acquistato con l'importo di accordi transattivi relativi a finte controversie di lavoro. Nel procedimento, coordinato dal procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli, sono indagate sei persone tra le quali la figlia dell'imprenditore romano, Vanessa, il nipote Giorgio Ferrero oltre che la compagna Manuela Ramunni. Nel registro degli indagati anche i manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.