Logo San Marino RTV

San Marino Calcio: l'analisi del lunedì

24 feb 2014
San Marino Calcio: l'analisi del lunedìSan Marino Calcio: l'analisi del lunedì
San Marino Calcio: l'analisi del lunedì - Un pareggio al Bacigalupo lo avrebbero sottoscritto tutti. 0 a 0 firmato Gian Luca Vivan, il portier...
Un pareggio al Bacigalupo lo avrebbero sottoscritto tutti. 0 a 0 firmato Gian Luca Vivan, il portiere ormai non fa più notizia, ha raggiunto la totale maturità e in questo momento rappresenta una sicurezza da cui partire anche il prossimo anno. Pare che la società stia raggiungendo un accordo con Alessandro Fogacci : l'uomo spogliatoio resterà lui anche la prossima stagione. Vivan, Fogacci e Pacciardi, il San Marino ripartirà da questi tre, poi proverà a far di tutto per convincere il Cesena a rinnovare il prestito per Stefano Sensi. Non c'è ombra di dubbio che sia l'unico giocatore, in forza al Titano, in grado di fare il salto di qualità. Nel suo ruolo è già uno dei migliori in categoria ed è solo un 95, ma è chiaro che va valutato in un campionato vero come quello che il San Marino andrà ad affrontare.In stand by:Cruz,Farina,Villanova e Gavilan, giocatori generosi e di qualità su cui il Presidente Mancini potrebbe fare affidamento anche per la prossima stagione. Punto interrogativo su Valeriani, dovrà crescere molto se vorrà meritarsi la conferma. Sempre più scuro il volto di Davide Poletti, pesantemente multato dalla società dopo l'ennesimo comportamento irrispettoso ( San Marino – Lumezzane) nei confronti di compagni e ambiente. Poletti è stato uno dei migliori giocatori che si siano visti da queste parti, ma la sua avventura a San Marino pare arrivata al capolinea : anche ieri a Savona il suo apporto nella ripresa è stato deludente. Da rifare tutto il reparto offensivo: Crocetti, ma anche il nuovo arrivato Beretta difficilmente resteranno a San Marino. Girone di ritorno: 5 punti in 7 giornate ( De Argila 7 in 7), e addirittura – 7 rispetto alla terzultima piazza. Ciò significa che il San Marino, ha da adesso alla fine della stagione, un solo obiettivo: evitare l'ultimo posto in campionato, in questo momento condiviso solo con il Pavia.Una stagione fallimentare che vede anche la presa di posizione della tifoseria che ha deciso, attraverso un comunicato ufficiale, di boicottare tutte le trasferte di qui fino alla fine, e di non esporre striscioni o vessilli nelle gare casalinghe. Ci sono ancora 8 partite per far cambiare idea a tutto l'ambiente.

L.G