Logo San Marino RTV

San Marino calcio: l'analisi del lunedì

19 nov 2012
San Marino calcio: l'analisi del lunedìSan Marino calcio: l'analisi del lunedì
San Marino calcio: l'analisi del lunedì - Le vittorie non sono tutte uguali. E’ vero, sono sempre tre punti ma quello che sposta sono le modal...
Le vittorie non sono tutte uguali. E’ vero, sono sempre tre punti ma quello che sposta sono le modalità. Prendiamo la larga vittoria sulla Reggiana: 4-0 con quattro reti nella ripresa con gli emiliani in 10 poi anche in 9. Il Titano, verosimilmente avrebbe vinto comunque, ma qui entriamo nel campo delle ipotesi. Pesante per come è maturata la vittoria di ieri a Cuneo, valore almeno 4 punti per una serie infinita di motivazioni. Il San Marino allunga la striscia positiva, nessun’altra squadra del girone, eccezion fatta per la fuoriserie Lecce, ha centrato tre vittorie consecutive. Il San Marino si ritrova in meno di un mese ai piedi dei play off. Per Acori, un novembre d’oro che si chiuderà lunedì con il posticipo, a questo punto attesissimo con la Virtus Entella. Il blitz del Fratelli Paschiero, permette ai Titani un allungo mostruoso anche su quella che fino a ieri era una diretta concorrente per la salvezza il Cuneo, oggi l’obiettivo cambia. Cos’ha fatto il tecnico di Tordandrea. Ha scelto il portiere. Nessuna staffetta Gian Luca Vivan è il titolare, Migani numero 12. Vivan, nel giro di tre anni è passato da un portiere mediocre ad una sicurezza anche in Prima Divisione, con grande merito da attribuire anche allo storico Preparatore dei Portieri Gian Carlo Bellucci, ieri a Cuneo ha vissuto quello che in gergo si chiama “stato di grazia”. Ha dato fiducia incondizionata a Vittorio Ferrero. L’ex giovanili della Juventus sta disputando un campionato superbo. Ha valorizzato giovani come Ferrari e Mannini, ora, non più semplici rincalzi. Acori, cosa non da poco, non ha stravolto lo staff tecnico. E’ arrivato e si è lasciato consigliare, giovandosi della professionalità straordinaria del preparatore atletico Andrea Arpili. Il San Marino, con lui, corre da tre anni. A tutto questo va aggiunto un gruppo di ragazzi con una gran voglia di emergere, guidati da un giocatore di sostanza unica come Gabriele Pacciardi.
Il San Marino vola, grazie anche ad una dote come quella di saper soffrire, ieri a Cuneo tanti i momenti difficili superati con ordine e sacrificio.

Lorenzo Giardi

>> Guarda la partita integrale - CLICCA QUI